Ascoli nel caos, quarta sconfitta consecutiva a Bergamo

Spread the love

Image Non bastasse la contestazione dei tifosi, l'Ascoli archivia a Bergamo la quarta sconfitta consecutiva in campionato nell'undicesima giornata di B precipitando così in piena zona retrocessione.

Mister Chiarenza con l'Albinoleffe schiera un 4-4-2 con il recuperato Bucchi e Soncin in attacco. La gara scivola via senza emozioni sino a due minuti dalla fine della prima frazione, quando Gabionetta, dopo uno scambio in velocità con Ruopolo, supera Tiabi con un tiro sporco che si insacca a fil di palo. Nell'azione del gol si infortuna Melucci che lascia il posto a Bellusci, per la serie piove sul bagnato… Nella ripresa l'Ascoli prova a forzare con orgoglio e grinta, chiudendo i padroni di casa in area di rigore, ma palloni pericolosi dalle parti del portiere Narcisi ne arrivano pochi e i difensori lombardi respingono sempre con decisione. Nel momento migliore dei bianconeri arriva il secondo gol della squadra di Madonna: è Carobbio all' 80^ a far partire un bolide imparabile da 30 metri che si infila all'incrocio dei pali. Nel finale i marchigiani provano a trovare la rete della bandiera con una bella incursione di Pesce, ma non è proprio serata. Si torna nelle Marche a capo chino e con un quartultimo posto in graduatoria inquietante, già dal prossimo match in casa con il Rimini è necessario tornare alla vittoria se non si vuole affondare definitivamente.