Ascoli Picchio 1898 fcMister Fiorin: “Col Novara gara difficile, ci aspettiamo ancora grande sostegno dai Tifosi”.

Spread the love

Alla vigilia della sfida con il Novara, Mister Fiorin ha presentato la gara con i piemontesi in conferenza stampa:

 

“La squadra arriva bene a questo match”- ha esordito il tecnico – “Abbiamo lavorato molto bene e siamo soddisfatti per come sta rispondendo il gruppo. Dopo una vittoria il morale è alto, abbiamo analizzato alcuni aspetti tattici del match con la Pro Vercelli per migliorarli e allo stesso tempo vogliamo dare continuità al nostro  rendimento portandolo da 25’ ad  almeno un tempo di gioco. Va considerato che domenica scorsa avevamo 5-6 giocatori –  e forse anche più – che non avevano 90’ nelle gambe. Dobbiamo proseguire sugli aspetti positivi del match di una settimana fa, ovvero lo spirito di sacrificio e la mentalità. Situazione infortunati? D’Urso non lo recuperiamo, è un calciatore importante, ma abbiamo delle alternative. Come ho detto altre volte, i perdenti cercano scuse, i vincenti cercano soluzioni e noi abbiamo vagliato più alternative. Mignanelli sta bene, anche se non è al 100%. Le alternative? Cinaglia, pur essendo un destro, si adatta bene, copre tutti i ruoli di difesa, ha mentalità ed è sempre disponibile. L’attacco? Sia Favilli che Rosseti stanno bene, in settimana abbiamo anche lavorato nella prospettiva di giocare con entrambi, potrebbe essere una bella opportunità che valuteremo. D’altra parte nel nostro pensiero di gioco c’è il poter riuscire a sviluppare più sistemi, cambiando anche in corsa; è un obiettivo che ancora non abbiamo raggiunto, ma che ci prefissiamo pur sapendo che i tempi non saranno così brevi. E’ capitato comunque più volte di passare al 4-3-3. Carpani? La prestazione di Gianluca l’abbiamo vista tutti, ha fatto molto bene domenica scorsa; in questi casi in genere si dà continuità, però in settimana ho visto un Addae molto motivato a riconquistarsi il posto  e quindi stiamo valutando anche questa alternativa. Dobbiamo tenere tutti sul pezzo, la competizione interna è positiva e sta a noi gestirla: ci sono anche De Feo e Parlati, che si sta impegnando e sta facendo bene”. Sull’avversario Mister Fiorin ha detto: “Il Novara è reduce da due sconfitte, ma, se si analizzano meglio le prestazioni, sarebbero potuti essere benissimo due pareggi; i piemontesi sono una squadra preparata, organizzata, che ha qualità sia davanti che a centrocampo e ha molte alternative. Stanno utilizzando un 3-5-2, ma anche il 4-3-3; potrebbero variare qualcosa in funzione delle due sconfitte, ma sicuramente verrà qui un avversario arrabbiato, agguerrito, guidato da un allenatore, Corini, che è esperto anche in categoria superiore. Ci attende una partita più complessa di domenica scorsa proprio perché il Novara arriva preoccupato; se questo può essere un vantaggio per noi, c’è il rovescio della medaglia, ovvero il fatto che l’avversario deve assolutamente reagire e quindi da un punto di vista agonistico sarà un match complesso. Ci aspettiamo un grande sostegno da parte dei tifosi come è stato domenica scorsa. Un buon risultato potrebbe darci una spinta in più per affrontare positivamente Empoli, Frosinone, Cesena e Palermo. Le polemiche del Novara sugli arbitraggi? Penso che gli arbitri devono avere la serenità per poter lavorare bene e nessun tipo di pressione. Nel calcio le situazioni a favore e contro si compensano; la settimana scorsa nel post gara si è parlato tanto dell’episodio col quale la Pro Vercelli avrebbe potuto pareggiare, ma, a ben vedere, in quella situazione c’era prima fuorigioco e poi la spinta su Lanni, senza considerare che in precedenza poteva esserci un rigore su Varela. A noi non piace parlare di arbitraggi e non lo dico perché domenica abbiamo vinto, non ne abbiamo parlato neanche dopo il match di Coppa col Chievo”.