Ascoli Picchio 1898 Gatto: “Gara speciale contro mio fratello”.

Spread the love

Leonardo Gatto, uno degli ex della sfida col Pisa, ha analizzato il suo momento personale e quello della squadra bianconera:

“Col Pisa ci attende uno scontro salvezza e ci teniamo a fare bene perché una settimana fa col Vicenza potevamo portare a casa i tre punti, ma non siamo riusciti a chiudere la gara quando abbiamo potuto.

Il rigore sbagliato col Trapani? Io dico sempre che si deve avere paura di andare in guerra e non di tirare un calcio di rigore, l’ho sbagliato e me ne assumo la responsabilità perché se avessi segnato la partita sarebbe potuta andare diversamente. Ho voglia di riscatto  perché sbagliare un rigore per un calciatore è un colpo non facile da assorbire e spero di avere l’occasione sabato contro al mia ex squadra e contro mio fratello. Del Pisa temo proprio Massimiliano, che nell’ultimo periodo sta andando abbastanza bene; a livello di collettivo è una squadra fastidiosa, grintosa, rispecchia le caratteristiche del suo allenatore; prende pochi gol e per questo penso che chi riuscirà a segnare per primo porterà a casa i tre punti. Mi aspetto un Pisa scorbutico e dovremo essere bravi noi ad attaccare. Ci tengo a giocare contro mio fratello perché capita soltanto due volte l’anno, ricordo i doppi confronti fra Lanciano e Carpi terminati entrambi in parità, ma lo scorso anno nel match di andata Massimiliano era in panchina e al ritorno era infrotunato. Sarà un match emozionante per entrambi, abbiamo immaginato questa gara a inizio stagione e ci siamo detti che nella settimana che avrebbe preceduto l’incontro non ci saremmo sentiti. A fine partita, comunque andrà, ci scambieremo le maglie, l’abbiamo fatto due anni fa e lo faremo anche questa volta. I nostri genitori ci guarderanno in TV e non so per chi faranno il tifo. Favilli? E’ un ragazzo d’oro che ha tutte le carte in regola per arrivare a grandi livelli, non si accontenta mai e ha sempre voglia di migliorarsi e da uno come Cacia può solo imparare, sono due attaccanti che finora hanno segnato tanto. Per quanto riguarda la mia stagione sono in linea con quanto fatto in precedenza, il mio score fino all’anno scorso non ha mai superato i 5 gol; quest’anno ne ho messi a segno 4 e spero di fare meglio, posso fare sicuramente di più, mancano ancora 16 partite. Le ultime due panchine? Fa parte del calcio, nel girone di andata ho giocato molto spesso, ora altri come Lazzari ci stanno dando una mano ed è giusto che il Mister schieri chi vede meglio in settimana. Fortunatamente stiamo tutto sommato bene e quindi c’è anche più concorrenza per ogni ruolo”.