Ascoli Picchio 1898 Mister Aglietti: “Servirà una gara quasi perfetta”

Spread the love

Alla vigilia del match di domani pomeriggio con la Spal, Mister Aglietti ha presentato la gara prima di salire sul pullman in direzione Ferrara:

“Ci aspetta una gara molto molto difficile perché affronteremo la vera sorpresa di questo torneo, una neo promossa, che si è rinforzata e che è in un periodo di estrema fiducia e positività; accanto a giocatori come Antenucci e Schiattarella, ha inserito delle sorprese come Beghetto, Lazzari, un vero motorino o Castagnetti, un mix giusto. Noi dovremo fare una partita quasi perfetta per portare il risultato a casa, coi giocatori che la Spal ha davanti non ci si può permettere neanche un secondo di distrarsi, dovremo lavorare bene con i difensori e con i centrocampisti, che  non dovranno mettere in movimento gli attaccanti avversari. Quanto a noi,  c’è fiducia nel gruppo, entusiasmo, poi è chiaro che le risposte dovrà darle il campo. Andiamo avanti con il modulo che ci sta dando certezze, ma lavoriamo anche su altre situazioni che possono tornare utili nel corso della gara; ad inizio stagione eravamo forse un po’ più belli, ma raccoglievamo poco, ora siamo un po’ meno belli, ma più concreti. Favilli e Perez? Si stanno allenando bene, tutti i giocatori voglio che mi mettano in difficoltà sia in allenamento che in partita; la Spal ha una grande intensità di gioco e quindi c’è bisogno di tutti. E tutti si stanno mettendo a disposizione, da Perez a Mignanelli ad altri. Il non sentirsi sicuri del posto contribuisce alla crescita della squadra e all’incremento della qualità degli allenamenti. Il mercato? Ha già parlato di questo la società, io alleno i giocatori che ho a disposizione che si stanno allenando al massimo; sono arrivati Mogos, Slivka e Bentivegna che conosco poco e che cresceranno con noi. La Società ha fatto una scelta anche per il futuro, anche se un pizzico di qualità in più non sarebbe stato male. Tengo a precisare che sono contento del gruppo che ho a disposizione, quello che ho detto era in funzione di un ulteriore miglioramento. Col tempo stiamo diventando una squadra, stiamo sempre sul pezzo, non molliamo e facciamo sentire la presenza agli avversari; nell’ultimo periodo stiamo mettendo concentrazione e attenzione anche se dobbiamo ancora migliorare perché alcuni gol li abbiamo presi per disattenzione. Rispetto a inizio anno ho visto passi in avanti sia a livello di singoli che di collettivo”.