Ascoli Primavera, importante successo con il Lecce

Spread the love

Image Nell’11^ giornata di ritorno del campionato Primavera Tim i bianconeri si aggiudicano il match casalingo con il Lecce e consolidano la posizione play off.

L’Ascoli chiude la pratica dopo mezz’ora di gioco, in doppio vantaggio in virtù delle reti messe a segno da Cognigni al 16’ e Margarita al 30’. Tre minuti prima del gol del raddoppio il Lecce perde Marullo, espulso direttamente dall’arbitro Corradini di Macerata per offese.

"La squadra ha giocato un ottimo primo tempo" – ha dichiarato a fine gara il tecnico Fabbro – "riuscendo ad andare in vantaggio dopo appena un quarto d’ora con Cognigni. L’espulsione di Marullo ci ha anche facilitato le cose, tanto che, dopo qualche minuto, siamo riusciti a raddoppiare con Margarita. Il Lecce non si è mai reso pericoloso, così nel secondo tempo ho potuto operare dei cambi. Siamo soddisfatti del risultato perché consolida la nostra posizione play off. Sabato prossimo faremo visita alla Roma; vincere significherebbe acquisire la matematica qualificazione ai play off. Se, diversamente, dovessimo pareggiare o perdere, facendo i dovuti scongiuri, avremo dalla nostra, nell’ultima giornata di campionato, quando affronteremo in casa la Fiorentina, la possibilità di due risultati su tre Sono comunque fiducioso perché, nonostante le difficoltà (vedi l’attaccante Mandorlini adattato, peraltro con successo, a terzino destro oppure Fankà, destro, adattato a difensore sinistro causa l’infortunio di Conocchioli) la squadra sta molto bene".

ASCOLI: Pennesi, Mandorlini, Fankà, William (35’ s.t. Pacini), Sorgi, Di Antonio, Di Lillo, Ilari, Cognigni (15’ s.t. Todorov), Margarita (30’ s.t. D’Angelo), De Vecchis. A disp.: Giordani, Conocchioli, Rosania, Di Bisceglia. All.: Fabbro

LECCE: Petracchi, Ingrosso, D’Amanzo (1’ s.t. Scarongella), Frontino, Tabacco, Mollestam, Benvenga, Raschle (7’ s.t. Nagy), Marullo, Janvier, Lino (26’ s.t. Irineu). A disp.: Baglivo, Blaiotta, Bocchetti, Maraga. All.: Rubinacci

Arbitro: Corradini di Macerata

Marcatori: Cognigni 16’ p.t. e Margarita 30’ p.t.