Ascoli quinto sigillo stagionale ma quanta fatica!,

ImageVittoria 24 a 22 contro la Roma – L’under 18 sconfitta a testa alta contro la prima della classe. Quinta vittoria in campionato per l’Ascoli, che fa sua la partita con la Roma al termine di incontro giocato tutto sul filo dell’equilibrio. E’ stato un confronto tra due squadre che hanno badato al sodo per aggiudicarsi i tre punti in palio. Alla vigilia la partita si prospettava delicata per la formazione ascolana, dopo la delusione di Chieti, con la necessità di vittoria senza lasciare ulteriori punti per strada. L’incontro è stato combattuto per tutti i sessanta minuti di gioco e gli uomini di Fonti hanno saputo gestire bene le proprie energie, quando nel primo tempo hanno limitato le incursioni di una Roma tonica disposta benissimo in campo dal suo tecnico Langiano, andando al riposo in svantaggio di sole due reti per poi uscire nella ripresa con decisione guadagnando la vittoria. Il primo tempo vive un sostanziale equilibrio: con i giallorossi sempre avanti nel punteggio di uno o due reti fino al 11-13 con cui si va al riposo. Entrambe le squadre scendono in campo con delle novità nelle formazione rispetto a quelle annunciate alla vigilia: l’Ascoli è priva del terzino Cotellessa(scelta tecnica) e del centrale Serpilli con i giovani Mucci e Cinelli che trovano spazio in panchina mentre la Roma deve rinunciare al terzino Biader e allo spagnolo Bisbal. La partita inizia bene per l’Ascoli con la rete di un rigenerato Pannelli, ma è solo un’illusione perché gli ospiti hanno una reazione da grande squadra e guidati dal giovane e talentuoso Gomezely piazzano un parziale di 5-2, approfittando degli errori ascolani e al 9’ sono avanti di tre lunghezze. Nella fase centrale del primo tempo, la Roma ha il controllo della partita, efficace in attacco e attenta in difesa ma gli ascolani reagiscono e, trascinati da Di Sabatino raggiungono il -1(6-7 al 16’).Lenoci,Costa e Gomezeley vanno a segno e fanno raggiungere il massimo vantaggio ai giallorossi sul 6-10 al 19’. Immediato time-out da parte di Fonti , la squadra ascolana riordina le idee e grazie a Tamas chiude la prima frazione di gioco sotto per solo di due reti. L’intervallo serve al tecnico Fonti per chiarire le idee dei suoi e l’inizio ripresa vede l’Ascoli scendere in campo con un atteggiamento diverso rispetto a quello confusionario del primo tempo. La ripresa si apre con la rete capitolina che vale il +3 per merito di Cardone, ma la partita subisce una prima importante svolta al minuto 33’58 con l’espulsione definitiva di Rok Gomesely nelle fila giallorosse. L’Ascoli acquista coraggio con Tamas che sale in cattedra mentre agli ospiti vengono a mancare continuità e fluidità di manovra, con i bianconeri che riagguantano il pareggio al 39’ sul 15-15. Ma la parità dura poco perché i laziali superano Collevecchio grazie a Zafarana e Presutti. La seconda svolta dell’incontro arriva con l’infortunio del centrale ospite Lenoci autore fino a quando è restato in campo di un’ottima prestazione. L’Ascoli in questo frangente è bravo a rimanere in partita ed agguanta la nuova parità con Tamas e Lucarini, 18 pari al 45’. Ancora Zafarana con il contributo di Costa provano a riaccendere le speranze giallorosse riportando a +2 i suoi(19-21 al 53’) ma è l’ultimo sussulto prima della resa che si concretizza grazie al micidiale 5-0 dei bianconeri firmato con la doppietta di Bolla e le reti di Sgarella, Russo e Pannelli. Ascoli avanti di 24 a 21 a 63 secondi dalla sirena finale, partita virtualmente chiusa, che termina con la rete di Costa utile solo alla statistica per il 24 a 22 finale. Una vittoria salutare per l’Ascoli non solo per la classifica (raggiunto il Cingoli quota 16), ma anche per il morale della squadra, che non sembra ancora aver totalmente risolto i propri problemi. Per la Roma rimangono soltanto i complimenti per l’ottima prestazione fornita per oltre 50 minuti nonostante le numerose assenze lamentate. Top-scorer della serata in casa Ascoli è il terzino Tamas con 7 reti mentre per la Roma il migliore risulta Costa con 6 centri. Prossimo turno sabato 31 gennaio a Gaeta contro una squadra seconda in classifica e caricatissima per aver ottenuto la settima vittoria consecutiva. Ascoli Pallamano: Collevecchio,Di Gialluca, Mignini, Lucarini(4), Salvi,Russo(4), Bolla(3), Tamas(7),Sgarella(3),Valori, Pannelli(2),Mucci,Di Sabatino(1),Cinelli. Allenatore: M. Fonti Roma: Corvino, Carrozza;Battistoni, Paolone(1), Costa(6), Presutti(2),Zafarana(4), Di Gioacchino, Lenoci(2), Cardone(2), Pinto(2), Gomezely(3). G. Langiano Arbitri: Fioretti Massimo – De Mauri Angelo Primo tempo: 11-13. Spettatori: 100 circa. Ascoli Piceno, 24 gennaio 2009 Under 18: Ancora una sconfitta con onore, contro la prima in classifica Cingoli, per i ragazzi di Marcello Fonti, nella terza giornata del girone di ritorno. La formazione ospite si è imposta per 36 a 25. Con una rosa ristretta e composta da molti ragazzi under 16 -14, gli atleti ascolani hanno onorato al meglio la sfida contro una formazione candidata dagli addetti ai lavori alla vittoria del tricolore. Tra le file bianconere ottima la prestazione del giovane pivot Luca Ferretti(classe 1994) autore di 8 reti. Ascoli Piceno, 25 gennaio 2009 E.C.