Associazione il Carnevale di Ascoli Fermo-Nel Regno di Re Carnevale A.Rugby Fermo 1935, A.R.A

Spread the love

altCome si dice in questi casi e nel pieno contesto della festa in questione…”ridendo e scherzando siamo giunti alla quarta edizione della Battaglia tra Fermo e Ascoli”, e, visti gli entusiasmi che il progetto ha suscitato, abbiamo ragione di credere che questo evento resterà ancora a lungo a farci compagnia. Il gioco ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per accendere passione ed entusiasmo, il suo mix derivato dal rugby, dalla palla a mano e dal basket, ne fanno un evento davvero unico e agonisticamente valido.

Nella piazza viene delimitato un campo di gara alle cui estremità sono collocati due basamenti in legno alla cui sommità sono poggiate delle riproduzioni del Duomo di Fermo e della Chiesa di S.Emidio di Ascoli Piceno. Il gioco consiste nel colpire e far cadere il simbolo della città avversaria. Le squadre sono composte da cinque giocatori ed altrettante riserve, la “battaglia” si gioca in due tempi di venti minuti cadauno.

 

Sabato 1 Marzo alle ore 18,00, vedremo finalmente la “battaglia” svolgersi nella location in cui è stata concepita, la splendida Pazza del Popolo di Ascoli Piceno, dove le due formazioni si affronteranno in una cornice di pubblico che siamo certi sarà numerosa, civile e con tanta voglia di divertimento.

L’edizione 2014, già presentata in conferenza stampa ad Ascoli Piceno, ha visto l’entusiasta partecipazione di tutte le parti in causa e in special modo quella del Sindaco Castelli, che ha riproposto ancora una volta  di sostituire le sagome delle due Chiese con quelle dei due Sindaci, motivando così ancora di più le squadre in campo al lancio e il pubblico che assiste al tifo. Vedremo se sarà possibile accontentarlo.

 

 

NOTA GENERALE

 

Senza ovviamente entrare nei meriti e nelle ragioni di tanta onorevole disputa che ha segnato e caratterizzato la vita delle due comunità di Ascoli Piceno e Fermo, si è pensato di trasporre la pur viva rivalità nell’ambito di un gioco\spettacolo, di uno scontro ludico che vuole essere essenzialmente un incontro, un momento per sdrammatizzare e riflettere, un momento dove affermare che al di là delle due province, la sorte e lo sviluppo di questo territorio passa attraverso la capacità che si avrà di trovare intese e collaborazioni.

Un progetto “spiazzante”, collocato nel contesto della festa più singolare dell’anno, in quel clima dove ogni cosa, anche quella apparentemente più bizzarra, può trovare modo e maniera di esistere. Un progetto alla realizzazione del quale hanno concorso le organizzazioni dei Carnevali delle due città capoluogo; “Carnevale in Piazza” di Ascoli Piceno e “Nel Regno di Re Carnevale” a Fermo.