Bucchi:la Coppa non

Spread the love

ImageIl bomber dell’Ascoli Cristian Bucchi è lieto delle dichiarazioni fatte dal presidente.

”“Sono complimenti che fanno piacere perché arrivano dal presidente” e prosegue “anche se non è giusto fare paragoni. Bernacci ha fatto giocare bene la squadra e fa parte di un pezzo di storia dell’Ascoli anche ai 16 gol messi a segno. Io ho già contribuito alla storia dell’Ascoli e vorrei riscriverne un pezzo ancora più importante sia per me, sia per tutta la squadra”. Poi passa ad analizzare la prima di coppa e i ricordi di Perugia “Sì. Era la serie A di Gaucci, di Castagner, un fenomeno, di Nakata e Rapajc, di giocatori che avevo conosciuto solo attraverso le figurine. Porto con me tante belle immagini di un Perugia diverso da quello di oggi.  Ma la Coppa non è per le società di serie B e C perché nel prosieguo può diventare una distrazione”.E conclude parlando dell’intesa con Soncin “Va bene; siamo entrati subito in sintonia e più passano le partite e più l’affiatamento migliorerà. Andrea è un giocatore forte. Oltre ad essere bravo in fase realizzativa corre e lotta molto. Con le caratteristiche tecniche e fisiche che possediamo, ci completiamo”.