Calcio a 5 Ipovedenti: GRANDE PRESTAZIONE DELL’INVICTA PESARO 2001 CONTRO TORINO

Spread the love

 L’emozione di giocare davanti le telecamere di SportAbilia (RaiSport+) con la presenza di Lorenzo Roata, non ha impedito ai biancorossiblu di gettare nel piatto della bilancia qualità e agonismo, possesso e recuperi, disciplina tattica e creatività tipica di una grande squadra. Ma la vera cifra di una gara bellissima, forse la migliore della stagione, viene data da due fattori: il primo era la reazione ad un periodo non brillantissimo, superato con un impegno assoluto negli allenamenti e nella condizione mentale per affrontare la partita. Il secondo, ancora più importante, è il valore di una rosa di giocatori che sa dare risposte di qualità, partendo dal gioco. Vuol dire che tutto il gruppo, sia in partita che in allenamento, ha meriti, orgoglio e tanta voglia di fare bene. Nel primo tempo il valore e la tenuta fisica del Cit Turin ha mantenuto in equilibrio il punteggio per metà periodo nonostante il dominio di gioco dei campioni d’Italia che sono andati via via in crescendo, e hanno poi indirizzato la gara quasi a senso unico chiudendo la prima frazione sul 4-1. Nel secondo tempo c’è poi spazio per tutti, dove il capitano Del Canto trova ancora il gol dopo quello importantissimo contro il Futsal Treviso. Mastracci ne fa tre di grande fattura, tanto da portarsi a casa il pallone della gara autografato da tutti i compagni del match. Raviele è invece l’autore capace di segnare una doppietta meritata e guadagnata dalla grande ala, vera spina nel fianco di ogni avversario, apriscatole tattico che mister Belluomini usa per creare spazi, penetrazioni e tiri. Bravissimo. Risultato finale 6-1 per l’Invicta Pesaro 2001 che approda con due giornate di anticipo alle final four di maggio matematicamente come primi in classifica. Ci spiace un pò chiudere con il gol subito e il troppo nervosismo dei minuti finali, a partita largamente archiviata, frutto di un allentamento di concentrazione, capaci di togliere il titolo della perfezione alla prestazione, ma non il gusto di una partita magnifica. Vorrà dire che il Mister avrà qualcosa da dire ai suoi ragazzi, mettendoci magari qualche minuto dove cercare il pelo nell’uovo. Bene così e complimenti a tutti, compreso il solito, stupendo pubblico al seguito caldo e numeroso.