Calcio a 5 ipovedenti, Pesaro 2001 entra nella storia, vince la terza Coppa Italia di fila

Spread the love

IMGP9771

Pesaro 2001 entra nella storia: vince la terza Coppa Italia di fila, dopo il quarto scudetto consecutivo A distanza di qualche settimana un altro successo per la formazione pesarese in cui miglior detto non è più appropriato: non c’è 2 senza 3, e il 4 vien da sè. Infatti l’ultimo trofeo, in ordine di tempo, la Coppa Italia di calcio a 5 per ipovedenti, va ad aggiungersi alla Supercoppa Italiana e al Tricolore conquistato l’8 maggio a Ferrara, circostanze in cui il numero uno Accanito è stato eletto miglior portiere delle manifestazioni. Al bellissimo Pala Rigopiano casa del Pescara Calcio 5, si sono svolte le gare valide per la Final Four di Coppa Italia ipovedenti. Quattro le squadre in campo: Cit. Turin, Francolino Ferrara, NoiVed Napoli e, appunto, i campioni d’Italia in carica dell’Invicta Pesaro 2001. Nella prima semifinale, senza storia, il Napoli si è imposto sul Ferrara 3-0, mentre il Pesaro ’01 ha dovuto sudare le fatidiche sette camice per aver la meglio di un Torino mai domo e ben messo in campo, per 2 a 1. Nella finalina per il terzo posto, Torino s’impone sul Ferrara 4-1. Il mister Coppola del Napoli fiducioso dichiarava così prima della finale: “A quasi un anno dalla finale persa ai rigori, in una tiratissima partita disputata a Scandicci (FI), quest’anno faremo vedere che possiamo ancora essere un gruppo vincente, fin’ora ci è girato tutto storto, non può andare sempre così…” Mentre Belluomini mister dell’Invicta Pesaro 2001: “Sappiamo che siamo la squadra da battere, ma come sempre, cercheremo di fare quello che sappiamo fare” Si è arrivati quindi al match che ha assegnato la Coppa Italia: Napoli è a caccia della rivincita, ma a portare a casa la vittoria, ancora una volta, è l’Invicta Pesaro 2001. La partita, con i vari ribaltamenti di campo si presenta subito aperta ad ogni risultato e bella da seguire dagli spalti, è stata molto combattuta, nonostante la strenua resistenza dei partenopei. Alla fine, ancora una volta sono stati i ragazzi di Belluomini a spuntarla conquistando sempre contro la NoiVed Napoli, dopo la Supercoppa anche la Coppa Italia 2015/16. Risultato finale 3-1. A segno, per il quintetto pesarese, Antonio Del Canto, autore di una doppietta, e Daniele Del Canto che chiude di fatto la gara. Il gol di marca partenopea porta la firma di Scognamiglio su punizione per il momentaneo vantaggio. Questa bellissima manifestazione, la cui organizzazione, è stata curata dalla società Asd La Fenice Pescara, probabile new entry nel calcio a 5 FISPIC. “Sono diversi anni che ci togliamo grandi soddisfazioni -dice il presidente Gramolini – ma questi ragazzi, e il campionato tutto, meritano maggiore visibilità”. La stagione agonistica si conclude qui, ma non mancano di certo i ringraziamenti di rito a tutti i protagonisti scesi in campo: Gianfranco Marilli, Simone Niccolai e al numero 1 dei numeri 1 Antonio Accanito, Renato Bibbò, Samuele “Elvis” Mazzieri, Saverio Sardone, Andrea Polito, al capitano Antonio e al bomber Daniele Del Canto, e agli importantissimi Massimiliano Raviele e Daniele Mastracci per la loro esperienza e quel tasso tecnico in più, ai dirigenti Franco Gregori, Giovanni Ponselè, Maurizio Giunta, Fabrizio “Crespo” Principi col doppio ruolo di giocatore, agli accompagnatori Koko e Vittto, infine a Giulio Ottaviani che ha sempre creduto nel gruppo e al Mister dei Mister Sirio Belluomini che a fine gara esplode in lacrime di gioia… “questa Coppa la dedichiamo a Gennaro Florio che non è potuto essere qui a Pescara con noi, per un grave incidente stradale proprio alla vigilia della semifinale! E poi non finirò mai di ringraziare il Presidente Paolo Gramolini che ci sta facendo vivere un sogno”. Per seguire la squadra di calcio a 5 è possible farlo tramite la Pagina facebook Invicta Pesaro 2001 Pesaro 2001 entra nella storia: vince la terza Coppa Italia di fila, dopo il quarto scudetto consecutivo A distanza di qualche settimana un altro successo per la formazione pesarese in cui miglior detto non è più appropriato: non c’è 2 senza 3, e il 4 vien da sè. Infatti l’ultimo trofeo, in ordine di tempo, la Coppa Italia di calcio a 5 per ipovedenti, va ad aggiungersi alla Supercoppa Italiana e al Tricolore conquistato l’8 maggio a Ferrara, circostanze in cui il numero uno Accanito è stato eletto miglior portiere delle manifestazioni. Al bellissimo Pala Rigopiano casa del Pescara Calcio 5, si sono svolte le gare valide per la Final Four di Coppa Italia ipovedenti. Quattro le squadre in campo: Cit. Turin, Francolino Ferrara, NoiVed Napoli e, appunto, i campioni d’Italia in carica dell’Invicta Pesaro 2001. Nella prima semifinale, senza storia, il Napoli si è imposto sul Ferrara 3-0, mentre il Pesaro ’01 ha dovuto sudare le fatidiche sette camice per aver la meglio di un Torino mai domo e ben messo in campo, per 2 a 1. Nella finalina per il terzo posto, Torino s’impone sul Ferrara 4-1. Il mister Coppola del Napoli fiducioso dichiarava così prima della finale: “A quasi un anno dalla finale persa ai rigori, in una tiratissima partita disputata a Scandicci (FI), quest’anno faremo vedere che possiamo ancora essere un gruppo vincente, fin’ora ci è girato tutto storto, non può andare sempre così…” Mentre Belluomini mister dell’Invicta Pesaro 2001: “Sappiamo che siamo la squadra da battere, ma come sempre, cercheremo di fare quello che sappiamo fare” Si è arrivati quindi al match che ha assegnato la Coppa Italia: Napoli è a caccia della rivincita, ma a portare a casa la vittoria, ancora una volta, è l’Invicta Pesaro 2001. La partita, con i vari ribaltamenti di campo si presenta subito aperta ad ogni risultato e bella da seguire dagli spalti, è stata molto combattuta, nonostante la strenua resistenza dei partenopei. Alla fine, ancora una volta sono stati i ragazzi di Belluomini a spuntarla conquistando sempre contro la NoiVed Napoli, dopo la Supercoppa anche la Coppa Italia 2015/16. Risultato finale 3-1. A segno, per il quintetto pesarese, Antonio Del Canto, autore di una doppietta, e Daniele Del Canto che chiude di fatto la gara. Il gol di marca partenopea porta la firma di Scognamiglio su punizione per il momentaneo vantaggio. Questa bellissima manifestazione, la cui organizzazione, è stata curata dalla società Asd La Fenice Pescara, probabile new entry nel calcio a 5 FISPIC. “Sono diversi anni che ci togliamo grandi soddisfazioni -dice il presidente Gramolini – ma questi ragazzi, e il campionato tutto, meritano maggiore visibilità”. La stagione agonistica si conclude qui, ma non mancano di certo i ringraziamenti di rito a tutti i protagonisti scesi in campo: Gianfranco Marilli, Simone Niccolai e al numero 1 dei numeri 1 Antonio Accanito, Renato Bibbò, Samuele “Elvis” Mazzieri, Saverio Sardone, Andrea Polito, al capitano Antonio e al bomber Daniele Del Canto, e agli importantissimi Massimiliano Raviele e Daniele Mastracci per la loro esperienza e quel tasso tecnico in più, ai dirigenti Franco Gregori, Giovanni Ponselè, Maurizio Giunta, Fabrizio “Crespo” Principi col doppio ruolo di giocatore, agli accompagnatori Koko e Vittto, infine a Giulio Ottaviani che ha sempre creduto nel gruppo e al Mister dei Mister Sirio Belluomini che a fine gara esplode in lacrime di gioia… “questa Coppa la dedichiamo a Gennaro Florio che non è potuto essere qui a Pescara con noi, per un grave incidente stradale proprio alla vigilia della semifinale! E poi non finirò mai di ringraziare il Presidente Paolo Gramolini che ci sta facendo vivere un sogno”. Per seguire la squadra di calcio a 5 è possible farlo tramite la Pagina facebook Invicta Pesaro 2001