Calcio Farsa? Pro Piacenza da agosto si sapeva la situazione. Onore a i 7 giocatori + massaggiatore. Onore al massaggiatore

Spread the love
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Che strano il calcio moderno c’è chi litiga e si lamenta per un rinnovo di contratto milionario e chi non sa più come andare avanti e per non essere esclusione dal campionato si presenta in soli 8 giocatori.  Ma a in campo ne scendono soltanto 7 ragazzini delle giovanili (erano in 8, come detto, ma uno di loro non aveva il documento e non è potuto entrare nella distinta) tra essi, il classe 2000 Cirigliano in distinta è indicato non solo come capitano, ma anche come l’allenatore della squadra.

Protagonista il Pro Piacenza, che si è presentato a Cuneo con soltanto 8 calciatori delle giovanili e senza lo staff tecnico. Il motivo va ricercato nella gravissima situazione economica in cui versa il club piacentino, i cui calciatori sono in sciopero per il mancato pagamento degli stipendi.

Il risultato della gara era scontato è stato il 20-0 finale per il Cuneo in un clima surreale. Definirla Farsa? Una situazione che ha suscitato l’indignazione degli addetti ai lavori. Questo è il calcio moderno chi spende 400 milioni per un giocatore di 33 anni e chi per far quadrare i conti e proseguire l’attività della società deve fare salti mortali e non è detto che riescano sempre. Onore a i 7 giocatori che con il loro impegno hanno dimostrato che il calcio è un gioco e passione.

Ora a indignarsi ma non è la prima e non sarà l’ultima a giocarsi in tali condizioni. Il match è regolare. Semplicemente che il limite per poter disputare una partita è di 6 giocatori per squadra.

Da rivedere alcune situazioni delle altre situazioni Farsa? Ma è un dramma solo la gara del Pro Piacenza. OK…. The show must go on.

Poi arrivano i commenti

Gravina “Quanto accaduto a Cuneo è un insulto allo sport e ai suoi principi fondanti” e prosegue “In questa situazione surreale la Figc aveva il dovere di far rispettare tutte le regole e ha esercitato questo ruolo. La nostra responsabilità è quella di tutelare la passione dei tifosi, gli imprenditori sani e la credibilità dei nostri campionati: quella cui abbiamo assistito, nostro malgrado, sarà comunque l’ultima farsa”.

Ghirelli presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, intervenuto a Sky Sport 24  “Si tratta di una pagina nera del calcio, che purtroppo ci portiamo dietro da tempo. Chiediamo scusa a tutti, in particolare ai tifosi – ha esordito Ghirelli -. Noi dobbiamo attenerci al regolamento, ma oggi sono state violate le norme della lealtà sportiva in modo inverecondo. Si è superato il limite”. “Il calcio ha dei problemi ma anche i genitori hanno le loro colpe – ammette Ghirelli -. Perché sottoporre i propri figli a un’onta simile? Si poteva evitare una tale vergogna a questi ragazzini… Da genitore mi dispiace molto di questo”. “Possiamo solo aspettare lunedì la decisione del giudice, siamo convinti che farà le giuste valutazioni. Certo, se queste squadre non si fossero fatte iscrivere ad agosto, tutto ciò non sarebbe successo”.

Santacroce “E poi ci sono domeniche dove ti trovi così… 13-0 nel primo tempo contro una squadra che gioca con 6 ragazzi di 17 anni e un dirigente come difensore centrale. Senza parole… Provo solo vergogna per chi ha reso possibile tutto questo”

 

Anche noi proviamo a fantasticare come si è svolta la trasferta. Partenza per Cuneo.   Discussione “ ..con che andiamo a cuneo?” e uno della squadra”  idea col  flixbus e  vi  attacchiamo il logo della Pro Piacenza , e poi per andare allo stadio lo stesso logo su un pullman urbano”..

 

Print Friendly, PDF & Email