Campionato nazionale Under 13 Kinder+Sport 3×3 i commenti dei tecnici e delle autorità

altPiero Merello (coach Serteco Volley School Genova): “Questo successo va condiviso con la Nuova Almevilla: il gesto di rinunciare ad un giocatore per far svolgere la finale lo portiamo nel cuore. Il settore maschile della Serteco è nato solo da due anni e vincere subito un titolo italiano è una cosa straordinaria: merito ai ragazzi di aver sempre creduto in quello che fanno tutti i giorni in palestra. Mi hanno sorpreso ad ogni partita, mostrando un rendimento costante in tutti i tre giorni di gara”.

Stefano Rota (coach Nuova Almevilla Bg): “Da quando il dt Mauro Berruto ha voluto questa formula di gioco, altfairplay è stata la nostra parola d’ordine. Non a caso la finale regionale è stata disputata senza arbitro, con gli stessi ragazzi in campo giudici di se stessi. Giocare in tre anziché in quattro è stato un gesto naturale, mi hanno fatto molto piacere le parole dette a fine partita dal tecnico di Genova in un momento per loro di gioia. Complimenti alla Serteco: ha dimostrato di essere la più forte e di meritare il successo. La finale persa nulla toglie al grande torneo disputato dai miei ragazzi”.

Franco Brasili (presidente Fipav Marche): “Ci sono tanti grazie in fondo ad una manifestazione così bella ed altintensa: ai genitori, agli allenatori e ai dirigenti di questi giovani protagonisti in campo; ai dirigenti federali e societari per quello che hanno fatto per il funzionamento dell’evento. Grazie alla città di Ascoli che abbiamo scoperto essere bellissima di giorno come di notte e che ci ha dato davvero molto in queste giornate: il sole ce lo darà in occasione del prossimo evento”.

Adriano Bilato (consigliere nazionale Fipav e responsabile delle manifestazioni giovanili): “Sono davvero orgoglioso di tutte quelle persone che con passione, umiltà e dedizione si sono adoperate perché la manifestazione riuscisse al meglio, ovviando ad ogni problema, pioggia compresa”.

Piero Celani (presidente della provincia di Ascoli Piceno): “Il nostro territorio ogni volta accoglie avvenimenti come questo con grande entusiasmo, non solo perché sono momenti di promozione, ma soprattutto perché sono occasioni di crescita per lo sport piceno. In questa finale abbiamo assistito ad una grande pagina di sport. Diceva Papa Paolo VI che nella vita i ragazzi hanno bisogno non solo di grandi maestri ma anche di grandi esempi. Oggi ne abbiamo avuto la conferma”.