Castori si scusa. Poi precisa alcuni fatti.

altL’Allenatore dell’Ascoli Mr Castori ritorna sulle frasi fatte a caldo dopo la gara contro la Sampdoria “Mi scuso con l’allenatore e con i giocatori della Sampdoria per averli definiti “squadra di morti” usando un gergo da tifoso e non da sportivo”. La replica della Sampdoria giungeva ad opera  del direttore organizzativo blucerchiato, Umberto Marino: “Dispiace sentire, da parte di un tesserato dell’età e dell’esperienza del signor Castori, certe dichiarazioni. Parole che fanno male all’ambiente della Serie B. Evidentemente certi comportamenti passati e le sanzioni che gli furono erogate sono servite a poco”. Mr Castori conclude, ribadendo”A caldo, dopo una sconfitta subita allo scadere dal sapore di una “beffa crudele”, può capitare di non trovare le parole adatte a descriverla . Al signor Marino ricordo che l’episodio di cui parla fa parte del mio passato e rievocarlo è solo l’ennesima provocazione gratuita. Se le mie parole a caldo possono essere chiarite, capite e anche scusate, le sue, a freddo, sono solo stupidaggini”