Comunanza batte Corridonia 2-1

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Image C’è qualcosa di straordinariamente interessante al vertice della classifica del girone B di Promozione. In testa c’è il Corridonia del tecnico Ciarlantini, seppure in condominio con il Trodica. I giallorossi di mister Mora, che devono ospitarla, si preparano per renderle gli onori di casa. L’attesa è spasmodica, anche perché potrebbero infliggerle la prima sconfitta della stagione.

E poi un successo, contro la prima della classe, li caricherebbe a pallettoni in prospettiva futuro campionato. Questa l’atmosfera che regnava, in seno alla squadra, alla vigilia del match. La compagine di casa, consapevole delle proprie forze sa che non trascorrerà un pomeriggio di tutto riposo, almeno in teoria, anche perché avrà di fronte un avversario che sulla carta la sovrasta, dalla cintola in su, in fatto di potenziale tecnico. Ciò malgrado a loro, il Corridonia, non incute timore tanto che mister Mora decide, con li suo 4-4-2, di giocarsi la partita alla pari senza timori riverenziali e tanto meno ricorre ad alchimie. D’altronde, non ha nulla da perdere, se non da guadagnare, se gli va bene. E i fatti, a fine gara, gli hanno dato ragione. Vince, in rimonta, la squadra di casa ed ora può respirare aria di alta classifica. "Per battere la capolista bisognava essere al cento per cento, dice raggiante mister Mora. I miei ragazzi hanno giocato una signora partita e il campo gli ha premiati. Il risultato poteva essere più rotondo se l’arbitro non avesse sorvolato su due rigori che a mio avviso erano sacrosanti". Inizio gara a tambur battente da ambo le parti con leggera prevalenza ospite, tanto che all’11’ Domizi, approfittando dell’eccessiva libertà concessagli dal suo diretto avversario non ha avuto eccessiva difficoltà a battere l’incolpevole Funari. Come punti dalla tarantola, i locali si riorganizzavano e cominciavano a macinare gioco. Al 31’ pervenivano al pareggio con Tomassini che figurerà a fine gara, il migliore in campo senza nulla togliere ai suoi compagni di cordata. Approfittando del calo degli avversari, la partita passa nelle mani dei padroni di casa e con la regia del mister se la gestiscono a loro piacimento. La ripresa sarà un monologo della compagine di casa. I ragazzi di Ciarlantini fanno fatica e i giallorossi, con il loro gioco veloce e fitto di passaggi, vanno a nozze. Coronano la loro superiorità al 70’ con un’altra prodezza balistica da incorniciare: Girolami con una bordata da oltre trenta metri fulmina l’incolpevole Tamburrini e fa dono ai suoi compagni e tifosi della prima vittoria, in campionato, in casa. E la capolista? Beh! Ci si aspettava di più!. Ad onor del vero ha fatto vedere ben poco. Tutto rimandato alla prossima occasione. Ciarlantini negli spogliatoi: "Bella partita, viziata dagli errori dell’arbitro. Ai giocatori non posso rimproverare nulla: hanno fatto il loro dovere". Anche il tecnico recrimina un rigore non ravvisato dall’arbitro e un gol annullato al 92’.

COMUNANZA 2

CORRIDONIA 1

COMUNANZA: Funari, Astolfi, Trobbiani, Tomassini, Valentini, Cipolloni, Gentili, Girolami, Franconi, Caponi, Sestini (52’Testa). A disp. Dimarzi, Uliassi, Cicchi Paolo, Lupi, Testa, Ascenzi. All. Mora.

CORRIDONIA: Tamburini, Salciccia, Martinelli (75’Pandolfi), Marcelletti, Mulinari, Agus, Mercuri (80’Dell’Aquila), Basso, Ventresini, Domizzi, Carletta (75’Zuffati). A disp. Terjek, Innamorati, Pezzelli, Petritoli. All.Ciarlantini.

ARBITRO: Pignottti di San Benedetto. Guardalinee: Ubaldi-Gasparroni.

RETI: 11’Domizi, 31’Tomassini, 70’Girolami.

NOTE: spettatori 200. Ammoniti: Astolfi, Trobbiani, Gentili, Girolami, Franconi, Testa, Salciccia, Marcelletti. Angoli: 8-7. per il Comunanza. Recuperi: 0’ pt, 4’st. Campo leggermente pesante. Leggera pioggerella durante la gara..

Print Friendly, PDF & Email