Comunanza in palla, soddisfatto il presidente Mancini: “Mi sento più che appagato”

Da qualche anno il Comunanza58 milita nel campionato di Promozione raggruppamento B. Dopo la presidenza Perugini, al vertice della società, quest’anno è arrivato Fabio Mancini alla sua prima esperienza nel mondo del calcio Dilettanti. I risultati non si lasciano attendere. Il che significa che la società sta lavorando bene in proiezione futura. Presidente Mancini, alla sua prima esperienza di manager, si sente appagato di come si sta proponendo la squadra? “Senza dubbio, mi sento più che appagato. Risultati impensabili, se vogliamo, ad inizio stagione.

Come sa, siamo partiti nella confusione più assoluta. Dopo le prime difficoltà, la squadra ha cominciato a macinare punti e questo grazie anche all’apporto degli Juniores che sono il nostro tesoretto. Non ci poniamo obiettivi ambiziosi, anche se sento parlare, in giro, di play off. Pensiamo prima a salvarci e poi si vedrà”. Dopo 19 giornate di campionato, la compagine di mister Andrea De Angelis, con un bottino di 29 punti, in classifica, occupa il settimo posto in compagnia del Porto Sant’Elpidio. Domenica a Chiesanuova, dopo una striscia positiva di cinque risultati utili consecutivi, è arrivata la sesta sconfitta stagionale a rovinare l’umore della squadra. Ma questo non preoccupa l’ambiente. Sabato al “Luigi Prosperi” arriva il Campiglione, reduce dalla sconfitta interna con il Pagliare. Per entrambe, il derby ascolano-fermano, sarà la prova del riscatto per riprendere la marcia di avvicinamento nella zona che conta. Un risultato positivo, per i locali, significherebbe rimettersi in marcia dopo lo stop dell’ultimo turno.