Comunanza, SI E’ DIMESSO IL PRESIDENTE DEL COMUNANZA.

altCOMUNANZA – La crisi in casa del Comunanza58. Ora, per rialzarsi, c’è bisogno di tutti. Può sembrare una banalità, ma vista la bassa latitudine in cui è finito il calcio comunanzese, non bisogna andare troppo per il sottile. La notizia è di questi giorni: Fabio Mancini che per volontà di tutti amministratori compresi e che l’estate scorsa si elevò a salvatore della “patria”, non è più il presidente del Comunanza58. Seppure con rammarico e suo malgrado, ha rassegnato le dimissioni rimettendo, nelle mani del sindaco Domenico Annibali, il proprio mandato. Con l’esonero di mister Claudio Nicolai e con le dimissioni di Fabio Mancini, in casa giallorossa è crisi profonda. Squadra e società, al momento attuale, configurano come “pesci” decapitati e questo non è un buon segnale per il futuro del calcio comunanzese. Ora, spetta al primo cittadino trovare la giusta soluzione che ponga fine alla crisi, arrivata in un momento molto delicato del campionato e della squadra che la vede relegata al penultimo posto della classifica. del girone D di Prima categoria. Ma quali i motivi che hanno indotto il presidente Mancini a prendere una decisione così drastica: “Il motivo è uno solo: non c’è stato comunione d’intenti fra la società e l’Amministrazione comunale. Un feeling che non c’è stato. Eravamo a giugno del 2009, quando mi fu chiesto di prendermi cura della squadra. Intanto, mi preme ringraziare tutti i più stretti collaboratori e tutti quelli che mi hanno sostenuto durante la mia presidenza” è quanto tiene a precisare l’ex massimo esponente della società.