COMUNANZA vs SPINETOLESE 3 – 1

altCOMUNANZA – Buona la prima, per la compagine di mister Alfonso Paoletti che milita nel girone C play off di Seconda Categoria. Il tecnico cerca il riscatto, dopo il flop nel quale sono incappati lui e i suoi ragazzi a fine della regular season. Lo start alle ore 16, 30 di un sabato tiepido dal punto di vista atmosferico, ma caldo sulle gradinate con i supporters ad incitare ed incoraggiare i propri beniamini. Comunanza, quindi,  pronto per l’impresa. A sorpresa partono, lancia in resta, gli ospiti che aprono le danze, grazie al buco nero della difesa locale, andando in rete con Avdiraman dopo appena nove giri d’orologio. Il risultato ad handicap non demoralizza i giallorossi, ovvero i “bleus”. Ci pensano il duo Tiburzi-Giachini con le loro scorribande e con la regia di un “mostruoso”Ascenzi a creare scompiglio sulla fascia destra, mentre i due “tenori” Franconi e Moretti penseranno, invece, a ribaltare il punteggio nel giro di quattordici minuti. Ripresa tutta di marca locale. A sei minuti dalla fine dei tempi regolamentari, su calcio d’angolo, si fa trovare come al solito sotto rete nelle vesti di rapace di area di rigore, Testa, il terzino con il vizietto del gol. E così con la terza rete, in due gare, chiudeva la pratica con la Spinetolese e come aveva fatto con la Palmense. E gli ospiti? “Non era la gara da vincere, vista la nostra generosità verso gli avversari e che ha caratterizzato il nostro campionato”. Così negli spogliatoi mister Iachetti. Lode, per la terna arbitrale.

Comunanza       3

Spinetolese       1

COMUNANZA: Grande, Testa, Cipolloni, Antoniozzi (87’Soprano), Luzi, Mercatanti, (77’Coccia), Tiburzi, Ascenzi, Franconi, Giachini, Moretti (82’Brega). All. Paoletti.

SPINETOLESE: D’Angelo, A.Falleroni, Gabrielli, S.Traini (85’Amabili), Novelli, Perozzi, Avdiraman, Camaioni, Pierantozzi (69’Giancaterino), Massetti, Maurizi. All.Iachetti.

ARBITRO: Stampatori di Macerata.

RETI: 9’Avdiraman. 27’Franconi, 41’Moretti, 84’Testa.

NOTE: spettatori 250. Ammoniti: Camaioni e Franconi.