COPPA ITALIA: I RISULTATI NON PREMIANO LA “POLISPORTIVA PICENA”

Si sono disputate, nei giorni 24-25 Ottobre, le gare valide per la prima fase della Coppa Italia di Torball. Le quindici squadre partecipanti sono state divise in due raggruppamenti, quelli di Teramo e Palermo, rispettivamente per il girone nord e per quello sud.

La Polisportiva “Picena Non Vedenti”, inizialmente inserita nel raggruppamento Teramano, su richiesta del CIP e della formazione de L’Aquila Torball, è stata trasferita nel girone sud, per permettere agli atleti aquilani di recarsi nella vicina Teramo, e poter dunque partecipare alla Coppa. Nel raggruppamento siciliano, erano presenti 3 formazioni che militano in serie  A, 3 in serie B ed il Latina e la “Polisportiva Picena” in C.  L’ avventura in Coppa Italia della squadra ascolana, ha avuto inizio, Sabato 24, nella Sala Paladini dell’Hotel Village Città del Mare di Terrasini. Nel primo incontro, contro il Settecolli, i ragazzi guidati da Palumbieri si sono dovuti arrendere per 4-3 ai siciliani, nonostante fossero stati in vantaggio per buona parte del match; la seconda sconfitta arriva contro il Napoli, avversario di caratura superiore, per 7-3. La terza gara con il Latina, rivela il vero valore degli ascolani, che surclassano l’avversario con un netto 10-4, portando a segno i sei giocatori della squadra. Nell’ultima gara della giornata, al cospetto della formazione siciliana del Solarino, “la Picena” si deve arrendere per 4-3, nonostante il vantaggio iniziale ed un rigore eclatante negato allo scadere. La Domenica si apre con una sconfitta, per 5-3, inflitta dal Catania, squadra di vertice nella massima serie; nel secondo incontro con i padroni di casa del Palermo, la formazione ascolana, in vantaggio per due terzi del match, si fa riprendere nei minuti finali e proprio allo scadere subisce il gol beffa della sconfitta, viziato da un’azione irregolare non segnalata dal direttore di gara. Nonostante tutto questo, nell’ultima partita arriva la seconda vittoria, questa volta ai danni del Ragusa, per 4-1. Un bottino di 6 punti per la “Polisportiva Picena”, che la piazzano al settimo posto in graduatoria e non le permettono di qualificarsi al turno successivo. Certamente i risultati dei ragazzi ascolani non hanno rispecchiato il gioco espresso in campo, difatti la sfortuna e l’inesperienza sono risultate fatali; la “Polisportiva Picena” torna a casa amareggiata ma consapevole di aver fatto un’esperienza positiva ed istruttiva ma soprattutto un ottimo rodaggio in vista della prima di campionato, in programma il 30-31 Gennaio 2010, proprio ad Ascoli Piceno.