CORRERE E PEDALARE NEL TRAFFICO FA MALE A POLMONI E CERVELLO

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

correre_citta1Pedalare o correre lungo le strade urbane ed extraurbane, in genere molto trafficate, è pericoloso anche per i polmoni. Capita spesso di vedere gruppi di ciclisti che oltre a intralciare la strada al normale scorrimento del traffico, si fanno del male perché inalano gli scarichi dei veicoli a motore. Lo smog da traffico è pericoloso anche respirando normalmente, figuriamoci durante uno sforzo prolungato e continuo.

 

 

Uno studio belga della Vrije Universiteit rivela che gli alti livelli di inquinamento atmosferico impediscano di ottenere i benefici mentali tipici dell’attività fisica, come la capacità di assorbire nuove informazioni e la riduzione del rischio di problemi di salute mentale.Nel sangue dei “city joggers” sottoposti allo studio, sono stati riscontrati livelli molto alti di alcuni particolari markers infiammatori, associati con le malattie mentali.

l’Istituto americano National Institute of Aging ha pubblicato da tempo
i risultati di una ricerca secondo la quale l’inquinamento delle aree urbane causa un invecchiamento di tre anni delle facoltà mentali degli ultra cinquantenni. Lo studio, condotto su quasi 15mila soggetti, ha evidenziato che sono proprio le polveri sottili le maggiori colpevoli della compromissione delle capacità cognitive. Anche in questo caso, si era evidenziato che chi pratica attività fisica all’aperto è maggiormente esposto a questi rischi.

Come suggerisce il consiglio numero “quattro” è bene fare sport all’aperto ma  in zone poco trafficate e ricche di alberi. Col verde si respira meglio e si evitano danni a polmoni e cervello. 

6 REGOLE PER ESSERE  IN FORMA (SENZA FARSI DEL MALE)

1. Praticare almeno mezz’ora di movimento a bassa intensità al giorno e dare al movimento le caratteristiche     dell’allenamento, suddividendolo in una fase aerobica, in una di potenziamento e tonificazione muscolare,
fino al defaticamento;

2. aumentare l’intensità gradualmente per abituare il corpo ad uno sforzo maggiore, ma senza eccedere; 

3. indossare sempre l’abbigliamento idoneo;

4. fare sport all’aperto scegliendo aree meno inquinate (no al jogging lungo la strada trafficata);

5. prudenza, per evitare gli infortuni;

6. adeguare l’alimentazione allo sport e se si pratica di mattina, fare una colazione nutriente.

Buon allenamento !

Print Friendly, PDF & Email