Daniele Ombrosi e Luca Santone si sono aggiudicati il Memorial Sandro e Mario Cinaglia

castelli.ombrosi.santone.brugniDaniele Ombrosi e Luca Santone di Montegranaro, nella categoria A/B (punteggio finale 12-5) si sono aggiudicati il Memorial Sandro e Mario Cinaglia, svoltosi ieri presso il bocciodromo comunale “Città di Ascoli”.
In classifica Ombrosi e Santone hanno preceduto le coppie formate da Fabrizio Santarelli e Paolo Montelpare di Massa Fermana, Roberto Quatrini e Massimo Monachesi di Castelraimondo e Sandro Urriani e Norberto Ferri di Ascoli.

 


Il tradizionale appuntamento con le bocce, intitolato a due indimenticati giocatori e grandi amici del mondo delle bocce cittadine: Sandro e Mario Cinaglia, organizzato dalla Bocciofila Città di Ascoli, ha visto la partecipazione di 108 formazioni nella categoria A/B e 128 squadre di categoria C/D, provenienti dalle Marche, dall’Abruzzo e dall’Umbria.
Alla cerimonia di premiazione erano presenti il sindaco Guido Castelli, l’assessore allo sport, Massimiliano Brugni, e i familiari di Sandro e Mario Cinaglia, i due intestatari del Memorial.
Il primo cittadino ascolano, nel complimentarsi con i vincitori, ha sottolineato l’importanza del gioco delle bocce e la volontà dell’Amministrazione comunale di continuare ad aiutare il mondo delle bocce ascolano anche con attività per i bambini (Giocosport) e con un’adeguata manutenzione dell’impianto bocciodromo.
Nella categoria C/D il successo è andato alla coppia ascolana Giuseppe Accorsi e Gino Celani della società sportiva Città di Ascoli (punteggio finale 12-10)che hanno preceduto Franco Illuminati e Mario Moretti di Porto Potenza, gli altri ascolani Lanfranco Spina e Gianfranco Giuliani e Mauro Marchionne e Fabio Chiaramoni di Civitanova.
La gara diretta da Silvio Giustozzi del comitato di Macerata ha visto la partecipazione di un folto pubblico, a testimonianza della simpatia con la quale viene seguito questo sport che vanta una tradizione antichissima. In Turchia sono state ritrovate alcune sfere in pietra antenate delle attuali bocce, che risalgono circa al 7000 a.C. e anche in Egitto sono stati trovati degli oggetti simili in una tomba, risalenti al II millennio a.C.
Anche l’assessore allo Sport, Massimiliano Brugni, ha rivolto parole di apprezzamento agli organizzatori della manifestazione per l’impegno che vi hanno profuso e un grande plauso alla formazione ascolana di categoria C/D che è riuscita ad aggiudicarsi il primo posto nella gara di categoria, battendo agguerrite formazioni.