DEWALDT DUVENAGE “CON GLI STORMERS SERVONO DISCIPLINA E ORGANIZZAZIONE”

Ormai è tutto pronto. Sabato (ore 14.00) a Monigo, di fronte ai propri tifosi, i Leoni aprono le danze nel nuovo United Rugby Championship. La competizione internazionale che da quest’anno annovera l’inserimento di quattro franchigie sudafricane. I biancoverdi debuttano proprio contro una di queste, vale a dire i DHL Stormers. Clicca qui per acquistare i biglietti: https://bit.ly/2XFpLNN 

Il rinnovato United Rugby Championship prevede l’ingresso delle quattro dell’emisfero sud (Bulls, Lions, Stormers e Sharks), per un campionato affascinante a 16 formazioni in cui sono presenti le 12 formazioni celtiche e le quattro sudafricane. Il Benetton Rugby inoltre è inserito nel girone geografico italo-scozzese insieme a Glasgow Warriors, Zebre Rugby ed Edinburgh Rugby.

I Leoni si scontreranno con gli Stormers, una formazione che nel Super Rugby ha collezionato piazzamenti importanti e che in rosa detiene diversi elementi degli Springboks come Steven Kitshoff, Pieter-Steph du Toit, Frans Malherbe, Damian Willemse e Herschel Jantjies. Alcuni di loro attualmente sono impegnati nel Rugby Championship, così come il pilone biancoverde Thomas Gallo che è in nazionale argentina.

PRECEDENTI:

Non c’è alcun precedente storico fra il Benetton Rugby e gli Stormers allenati da John Dobson, si tratta quindi di un esordio inedito per ambo le squadre. I biancoverdi vengono dalla storica vittoria in Rainbow Cup, mentre i sudafricani in Rainbow Cup avevano vinto due match e persi tre, con una vittoria a tavolino.

IL GRANDE EX:

A presentare il match ai microfoni di BEN TV è il capitano dei biancoverdi Dewaldt Duvenage, tra l’altro già capitano agli Stormers, con cui ha militato dal 2009 al 2013 e nella stagione 2017/2018.

Cosa avete ricavato dalle due amichevoli con Sale e Edimburgo?
«Chiaramente le due amichevoli di preseason sono state dei test importanti, dovremo lavorare di più sulla nostra disciplina e sull’organizzazione di squadra in generale, perché con Edimburgo siamo un po’ mancati in questi aspetti e dovremo migliorare per l’inizio del campionato».

Che partita ti aspetti contro gli Stormers? 
«Gli Stormers sono una squadra molto veloce che preferisce un rugby di qualità, hanno giocatori molto rapidi e giocano molto con i trequarti, hanno un triangolo allargato importante e sono allenati bene. Ci aspetta anche una gara fisica, vista la forte fisicità delle squadre sudafricane».

Dopo un lungo preseason, come vi approcciate all’esordio in URC?
«Dovremo tenere una gestione del gioco più organizzata, vogliamo iniziare la nuova competizione col piede giusto, cercando la vittoria in casa, perciò questo weekend dovremo essere pronti».

Inizierete in casa di fronte ai tifosi biancoverdi. Può essere un fattore positivo?
«Sarà entusiasmante tornare di nuovo ad avere i tifosi al nostro fianco, a causa del Covid ci sono mancati per tanto tempo. Ripeto, è fantastico che sabato ci siano i nostri tifosi e proveremo a giocare una gran partita, in particolare per chi ci sta tanto vicino e ci supporta sempre, specialmente durante le prime gare della stagione e sarà emozionante sentire il loro tifo».

Hai giocato diversi anni con gli Stormers, quindi per te sabato sarà un match speciale…
«Per me sarà speciale giocare contro la mia ex squadra, sono una formazione ben bilanciata, con un ottimo coaching staff e giovani di talento. Personalmente non vedo l’ora di giocare contro gli Stormers».