Disastro Ascoli, anche a Piacenza arriva una sconfitta

Spread the love

Image Seconda sconfitta consecutiva per l'Ascoli e panchina di Nello Di Costanzo sempre più traballante. I bianconeri hanno perso 2-0 a Piacenza nel posticipo della 9^ giornata di Serie B.

Priva degli infortunati Guberti e Pesce, la squadra marchigiana si è presentata al "Garilli" con Cioffi in difesa e Belingheri a centrocampo. In avanti il giovane Masini preferito all'abulico Soncin di questo periodo. Pronti via e grande chance per Bucchi, che da ottima posizione in area di rigore si fa respingere la conclusione da un difensore emiliano. Passato lo spavento i padroni di casa prendono in mano il pallino del gioco rendendosi pericolosi prima con l'ex Ferraro e poi con Moscardelli. Nella ripresa Di Costanzo sostituisce uno spento Nastos con Aloe, arretrando Luci sulla linea dei difensori. La mossa non porta frutti ed è la formazione di Pioli a passare in vantaggio al 48' con Anacalerio sugli sviluppi di un corner spizzato da Ferraro. L'Ascoli prova a reagire con l'orgoglio e al 54^ Sommese viene steso in area dal portiere Cassano: per l'arbitro Romeo è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Cristian Bucchi che però si fa ipnotizzare dall'estremo difensore biancorosso confermando il suo momento negativo. I marchigiani non si rialzano più e il Piacenza ne approfitta chiudendo il match al 70^ con Moscardelli bravo a sfruttare una clamorosa indecisione di Belingheri. Quarta sconfitta in 9 partite per gli uomini di Di Costanzo e diciasettesimo posto in graduatoria in piena zona playout, serve una svolta immediata a partire dal prossimo incontro interno con il Cittadella.