Dove sta Zaza? Il Cesena lo sa bene. Due gol e l’Ascoli torna alla vittoria.

alt

Il Cesena ora consce bene “Dove sta Zazà” la famosa canzone napoletana scritta nel 1944. Con l’Ascoli! e grazie alla doppietta messa a segno dal bomber bianconero l’Ascoli sbanca Cesena e torna alla vittoria che mancava da gennaio e si allontana dalla zona play-out.

L’Ascoli ritrova la vittoria nel recupero della 27esima giornata di serie B, gara rinviata lo scorso 23 febbraio per neve contro il Cesena una vittoria che mancava da gennaio  dalla trasferta di Bari. Il 2-1 finale per la compagine bianconera permette all’Ascoli di scavalcare proprio il Cesena  e allontanarsi dalla zona play-out. I romagnoli di  Bisoli che venivano dalla vittoria per 1-0 sul Modena, mentre i bianconeri di Mister Silva da un solo tempo giocato a Crotone sospesa per maltempo (1-0 per i calabresi al momento  dell’interruzione). Mister Silva ritrova Fossati e Peccarisi, squalificati a Crotone. Restano fuori per infortunio, invece, Morosini e Colomba. Mister Bisoli è senza Giandonato, squalificato, e con Coppola e D’Alessandro ancora non al meglio.

 

 

Cronaca:

La prima frazione si apre con un Cesena brillante e al 2′ il Cesena trova il gol  ma per  il direttore di gara annulla in quanto l’attaccante era in posizione di fuorigioco. Il gol non si deve attendere un minuto dopo il Cesena si porta in vantaggio con  Ceccarelli. Il capitano da dentro l’area piccola insacca la sfera di destro. Per l’1-0. L’Ascoli reagisce e al 5 pareggia con Zaza bravo a sfruttare una leggerezza difensiva di Brandao. L’attaccante realizza il suo quindicesimo gol in campionato. La gara gradualmente si addormenta e vere occasioni da gol non si vedono. Dopo un minuto di recupero il primo tempo si chiude sul’1-1.

La seconda frazione si apre con una novità nel Cesena con  Djokovic al posto di Defrel. il Cesena parte come nella prima frazione alla ricerca del nuovo vantaggio. Ma l’Ascoli riesce a controllare senza problemi. La gara scorre senza grandi emozioni fino al 23 quando l’Ascoli trova il gol del sorpasso ancora con Zaza spalle alle porta blocca i pallone si gira e insacca. il Cesena si getta in avanti alla ricerca del gol del pareggio ma la formazione di Mister Silva controlla senza problemi e dopo 4 minuti di recupero la gara si chiude con il successo dell’Ascoli per 2-1.l’Ascoli sale a 36 e sorpassa il Cesena, fermo a 34.

CESENA (4-2-3-1): Campagnolo; Comotto, Volta, Tonucci (14′ st Gessa), Brandao; Parfait, Meza Colli; Ceccarelli, Succi, Defrel (1′ st Djokovic); Granoche (24′ st Rodriguez). A disp.: Ravaglia, Morero, Graffiedi, Consolini. All.: Bisoli.
ASCOLI (3-5-2): Gomis; Ricci, Peccarisi, Vasco Faisca; Scalise, Di Donato (38′ st Legittimo), Fossati (31′ st Loviso), Capece, Pasqualini; Feczesin (43′ st Soncin), Zaza. A disp.: Maurantonio, Presta, Conocchioli, Graham. All.: Silva.
ARBITRO: Castrignanò di Brindisi (Vicinanza – Carbone).
RETE: 3′ pt Ceccarelli, 5′ pt e 23′ st Zaza.
NOTE. Amm.: Volta, Meza Colli, Capece, Fossati, Zaza.

La nuova classifica: Sassuolo 64 punti, Livorno 57, Verona 53, Varese 46, Empoli 46, Padova 42, Juve Stabia 39, Modena 38, Brescia 38, Novara 36, Cittadella 36, Ascoli 36, Ternana 34, Lanciano 34, Cesena34, Spezia 33, Crotone 33, Reggina 31, Bari 29, Vicenza 28, Pro Vercelli 22, Grosseto 19.