ENDURO FMI 2021,PRENDE IL VIA CON RIUNIONI ORGANIZZATIVE

Martedì 5 e mercoledì 6 gennaio si sono tenute, in modalità videoconferenza, le riunioni tra la Federazione Motociclistica Italiana. Il promoter e i Moto Club organizzatori dei Campionati Italiani di Enduro. I meeting sono stati organizzati in alternativa al tradizionale appuntamento annuale che vede coinvolti in presenza tutti i principali addetti ai lavori della disciplina. Quattro gli incontri, relativi alle seguenti competizioni tricolore: Assoluti d’Italia, Under 23 e Senior, Major, MiniEnduro e Trofei delle Regioni.

Nel corso delle due giornate hanno partecipato il Coordinatore del Comitato Enduro Franco Gualdi; il Responsabile dell’Ufficio Fuoristrada FMI, Gianluca Avenoso; Tony e Monica Mori in rappresentanza del promotore; i Presidenti di Giuria Armando Sponga (Consigliere Federale), Nico Bignami, Andrea Benedetti e Juri Simoncini; il Medico di Gara degli Assoluti e dell’Under 23/Senior, Francesco Caranzano; l’Ispettore di Percorso Mario Rinaldi; il Responsabile dei cronometristi Fabio De Meo e il Funzionario FMI Luca Sindici. Il Presidente FMI Giovanni Copioli non ha voluto far mancare il suo saluto durante la riunione degli Assoluti d’Italia.

Durante le riunioni è stato evidenziato l’ottimo lavoro svolto dai Moto Club organizzatori e dal Promotore, che hanno dimostrato la loro passione e competenza portando a termine in maniera ottimale tutti i campionati in un 2020 caratterizzato dalla pandemia da Covid-19. Ad oggi l’obiettivo è quello svolgere pienamente la prossima stagione sportiva, nel pieno rispetto delle normative sanitarie. Per raggiungere lo scopo la FMI analizzerà l’evoluzione della situazione legata al Coronavirus e, seguendo le indicazioni governative ed istituzionali, indicherà le linee guida per organizzare le gare in sicurezza.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “Ringrazio il promoter e i Moto Club organizzatori, che hanno dimostrato la loro disponibilità partecipando a riunioni molto proficue. Insieme, nel 2021 organizzeremo i campionati con lo stesso entusiasmo di sempre, ma con un anno di esperienza in più rispetto alle misure da adottare contro la diffusione del Covid-19. Queste occasioni sono molto importanti per confrontarsi e per iniziare al meglio la stagione sportiva, con lo spirito di collaborazione che contraddistingue il nostro mondo. Da motociclista, mi auguro che piloti e appassionati possano vivere un’annata ricca di emozioni e soddisfazioni”.