Francesco Ceci sprinter azzurro al campionato del mondo pro a melbourne in australia

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

FRANCESCO CECI-QUAL.VELOCITA'0001FRANCESCO CECI, giovane e talentuoso sprinter ascolano del Team Ceci Dreambike, rappresenterà i colori azzurri ai prossimi CAMPIONATI DEL MONDO PROFESSIONISTI su PISTA che si svolgeranno a MELBOURNE (Australia) il prossimo 4-8 Aprile. Il ventiduenne Campione Italiano delle specialità del Km. da Fermo e Keirin sarà l’unico velocista italiano ad essersi qualificato per la massima rassegna Mondiale in terra Australiana (qualificazione raggiunta in tutte e tre le specialità veloci ovvero Km. – Keirin e Velocità) grazie ai punti ottenuti con i successi stagionali al G.P. di VIENNA e al G.P. di AIGLE e al 5° posto ottenuto nel Km. da Fermo in Coppa del Mondo a Cali (Colombia) lo scorso Dicembre. Per Francesco è il coronamento di una stagione iniziata con i successi Tricolori dello scorso settembre a Montichiari dove realizzo anche due record italiani assoluti nel Km. da fermo e nella Velocità a Squadre (con i compagnio Luca Ceci e altValerio Catellini). Stagione proseguita in crescendo con i successi ai G.P. Internazionali di Vienna e Aigle (Svi) e l’ottenimento di prestazioni cronometriche di assoluto valore Mondiale che lo hanno portato al 9° posto assoluto nella Classifica Finale di Coppa del Mondo nella specialità del Km. da Fermo e (prima dell’ultima prova valida per i punteggi – Mondiali di Melbourne) a risultare in 4^ posizione nella classifica del RANKING MONDIALE U.C.I. nella specialità del Km. Della rappresentativa azzurra (sicuramente esigua a conferma delle difficoltà di qualificazione e non qualificante per il blasone di una nazione come l’Italia) fanno parte otre allo sprinter ascolano anche tre prof per le specialità “Endurance” (Corsa a Punti, Americana,Omnium), ovvero, il fuoriclasse ELIA VIVIANI (Liquigas-Cannondale), OMAR BERTAZZO (Androni Giocattoli) e ANGELO CICCONE (G.S.Fiamme Azzurre). Ancora più esigua la rappresentanza Azzurra nel settore Femminile guidato al C.T. SALVOLDI con la presenza nelle sole specialità “Endurance” (notizia l’assenza nella specialità “veloce” della altnostra plurititolata FRISONI che non è riuscita ad agguantare il “pass”) della Campionessa del Mondo GIORGIA BRONZINI e della Giovane promettente ELENA CECCHINI che gareggeranno nella Corsa e Punti e nello Scratch. I colori azzurri saranno assenti in diverse specialità in questi Mondiali a conferma dell’altissima specializzazione planetaria che ha visto paesi di tutti i continenti fare “Passi da Gigante” nel settore Pista che, contrariamente al “Bel Paese”, viene considerato in moltissimi paesi del Mondo l’Università del Ciclismo. Paesi Anglosassoni in particolare (Gran Bretagna, Australia,Nuova Zelanda) , ma anche Nazioni Leader come Francia,Germania,Russia,Giappone,Malesia,Colombia, considerano l’attività su pista in maniera primaria e specialistica per poi approdare al settore Strada e ai grandi eventi della strada con un bagaglio tecnico completo. In Italia l’eccessivo monopolio dell’attività su strada (purtroppo sin dalle categorie giovanili) ha portato a trascurare la indispensabile formazione tecnica che dà la pista con il risultato che la globalizzazione del ciclismo planetario vede nazioni anche senza “Tradizione” correre spedite mentre la nostra rimane al palo. Il 27° posto nella classifica per Nazioni del Rankingalt Mondiale U.C.I. della Pista occupato attualmente dall’Italia certifica proprio la focalizzazione avuta nell’ultimo decennio esclusivamente sull’attività su strada perdendo un patriminio “storico” che ci vedeva negli anni ’60-’70 leader mondiali sia su strada che in Pista. Ai nostri volenterosi giovani come Francesco Ceci (e i suoi giovanissimi compagni del Team Ascolano in un prossimo futuro) il compito di riaffermare la valenza italica anche nelle specialità del tondino nonostante le insormontabili difficoltà dovute alla mancanza di Impianti coperti e di programmazione pluriennale. Per CECI l’obiettivo in questi Mondiali Australiani sarà quello di confermarsi nella “Top Ten” della Specialità durissima del Km. da Fermo e di ben figurare nella difficile specialità del Keirin con la prospettiva di poter continuare nei costanti progressi registrati nell’ultimo biennio unitamente ai promettentissimi giovani del vivaio locale del Team Ceci.

Auguri Francesco.

Print Friendly, PDF & Email