GARA IN SALITA PER LO SKY RACING TEAM VR46 A TERMAS DE RIO HONDO

87bcb7f3-9abb-4663-8689-efba3c8abf33

La pioggia condiziona le prestazioni del trio italiano che chiude fuori dalla zona punti il GP d’Argentina Termas de Rio Hondo (Argentina).

In una domenica condizionata dalla pioggia, che ha iniziato a cadere sin dalla tarda serata di ieri, Nicolò Bulega, Romano Fenati e Andrea Migno faticano a interpretare le incerte condizioni della pista e a trovare il giusto feeling con il setting scelto per la gara. Tagliano il traguardo del GP di Argentina rispettivamente in 18esima, 20esima e 29esima piazza. Fenati, Bulega e Migno, tra i primi per tutto il weekend, soffrono l’avvio di gara sotto la pioggia, recuperano posizioni nel finale, ma il gap dai primi ormai è incolmabile per i giovani piloti dello Sky Racing Team VR46.

 

 

9d90a4a1-9b77-47ac-bed8-4d14decd88ffE’ stata una gara molto dura: la pioggia e il poco feeling in condizioni di pista bagnata ci hanno impedito di rimanere nel gruppo di testa. Dobbiamo analizzare i dati e capire esattamente cosa è successo a livello di assetto: non siamo riusciti a interpretare la gara con questo meteo e con questo tipo di setting.

 

 

 

 

1ca67fd8-4d44-4b32-a7ae-55b02b22c183Non è stata la gara che mi aspettavo: le condizioni erano completamente diverse rispetto a ieri e non avevo il 100% della confidenza alla guida con questo meteo. Ho sofferto in avvio di gara, ho perso molte posizioni e sono riuscito a spingere solo nel finale, ma ormai il gap dai primi era troppo importante.

 

 

 

 

 

fff3e4a6-f07b-414d-b2a2-5ee6969db61fHo faticato sin dalle prime curve a prendere il giusto ritmo con questo tipo di condizioni e mi sono ritrovato in fondo al gruppo. Ho cercato di recuperare, ma non avevo feeling e non riuscivo a guidare come avrei voluto.

 

 

 

 

 

 

ad7b6166-9e9a-47c6-aead-1f8d141fa2a5E’ stata una gara difficile: ho sofferto alla partenza e non sono riuscito a interpretare le condizioni incerte della pista. Non avevo feeling con la moto e non riuscivo a tenere il ritmo. E’ un peccato dopo la qualifica di ieri: non vedo l’ora di tornare in pista ad Austin.