Giuseppe de Berardinis ad Ascoli

altASCOLI – “Passata la tempesta la prima uscita verso l’Europa di una delegazione della Federazione Libica di Judo con atleti della rappresentativa nazionale è avvenuta a Gennaio 2012 proprio verso l’ Italia e proprio nella nostra Ascoli”. Ad affermarlo è stato il maestro Giuseppe de Berardinis. “Il Segretario Generale della LJF Coll. Nabil Drawell – prosegue de Berardinis, -, insieme a due atleti Ali El Motaweel e Jalal Abdulfatah della rappresentativa Nazionale Libica, sono sbarcati a Fiumicino per proseguire fino ad Ascoli dove sono rimasti per oltre 10 giorni per un periodo di allenamento programmato  presso il Centro Sportivo  “E. Marucci” (ex Palestra di Atletica Pesante) sito in Via De Dominicis”. “Il tutto è stato facilitato e reso possibile grazie all’intervento dell’assessore allo sport che ha permesso di utilizzare l’impianto mattino e sera e si è adoperato per farlo riscaldare anche qualche ora il mattino. Sono state organizzate giornalmente due sedute di allenamento anche con l’ausilio dal maestro Franco Aloia, quinto dan judo Fijlkam, tecnico esperto, serio e preparato. Gli amici  Libici hanno poi raggiunto il M° de Berardinis impegnato per un Master presso il Centro Olimpico Federale di Ostia per una prima visita. Da Ostia si parte per il Marocco, Marracketch, dove in una bella gara per junior e cadetti organizzata dalla Arab Judo Federation la squadra Libica malgrado il poco allenamento per gli eventi che tutti conosciamo, ha fatto la sua bella figura. Nello Shiai (individuale)  Junior 1 Oro  nei kg 81, 1 Bronzo negli over  kg 100, Cadetti 1 Bronzo nei 60 kg. E nel Kata (a coppie)  1 Oro nel Katame no Kata. In Marocco era presente anche Marius Viser, il Presidente della International Judo Federation,”. Il M° de Berardinis nel mese di Marzo, riesce anche ad organizzare in accordo con il Presidente Comitato Regionale FIJLKAM della Campania M° Aldo Nasti un periodo di allenamento (dal 12 al 29 Marzo) per la squadra libica con i migliori Club della Campania (Regione Pilota per Judo e Karate in Italia) per 8 atleti della Nazionale. Il 28 Marzo poi riparte per la Libia, la prima volta dopo la guerra, dove continua la preparazione degli atleti che parteciperanno alla prima gara continentale di Kata organizzata dalla AJU (African Judo Union), gli Juniores e i Cadetti. A Tripoli  trova anche il tempo per tenere anche un corso di aggiornamento per i Tecnici già programmato dalla Federazione Libica nel periodo della guerra.  Appuntamento poi  in Marocco, Agadir dove dal 4 al 7 Aprile si svolgerà il 33°Championats d’Afrique Seniors, (Campionato Senior d’Africa) gara di qualificazione Olimpica “Londra 2012” ed anche il primo Campionato Continentale Africano di Kata di Judo,  la coppia, che è venuta ad allenarsi anche ad Ascoli, vince l’Oro nel Katame no Kata su 6 coppie presentatesi. I risultati oltre l’Oro nel Kata (a coppie) saranno nello Shiai (individuale)  1 ORO nei 66kg, 1 Bronzo nei 73kg, 2 quinti posti nei  60kg  e  +100kg”. “Quindi – conclude de Berardinis – con un bel bottino, siamo tornati a Tripoli per il corso Tecnici e cinture nere. Poi gara con i Cadetti da visionare per la Nazionale, esame per le cinture nere e di nuovo in Italia il 13 Aprile. Per concludere,“ judo può unirci e specialmente nei momenti di difficoltà dovrebbe aiutarci a trovare il meglio di noi stessi per continuare a costruire un futuro migliore per tutti”.