GROTTAZZOLINA IN FESTA: E’ SERIE A2!!!

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

12294881 10207395633240273 8034056653281473299 nGROTTAZZOLINA – Era il 10 aprile 2005 quando la Videx Grottazzolina usciva sconfitta da Santa Croce con un secco 3-0 e salutava definitivamente la serie A2 dopo 9 stagioni. Sono passati 11 anni da quel giorno, 11 anni e un paio di settimane per la precisione, e Grottazzolina – una piccola città di 3300 abitanti nell’hinterland fermano – ieri mattina, si è svegliata di nuovo in serie A.

Tutto era cominciato nel tardo pomeriggio di sabato, quando la Vba Olimpia Sant’Antioco aveva battuto la Fanton Modena Est, lasciando il futuro interamente nelle mani dei grottesi. Era necessaria una vittoria, una vittoria da 3 punti, per coronare il sogno promozione.

Parte bene la Videx nel primo set, grazie ai servizi vincenti di Tomassetti ed Hendriks, che la portano al primo tempo tecnico di sospensione in vantaggio 8-5. L’allungo è ancora opera di Tomassetti, al centro e a muro (11-6) e la marcia della Videx sembra procedere senza intoppi. Cecato, coadiuvato da una ricezione non perfetta ma comunque efficace, si sbizzarrisce nel servire a turno tutte le sue bocche da fuoco, concedendosi poi di attaccare la palla del 18-12. Show Videx nel finale: nulla da fare per la squadra di Marco Bracci. Il set termina 25-17 per i grottesi.

Grinta ed entusiasmo Videx in apertura di secondo parziale (3-1, attacco vincente di Paris), ma Santa Croce tiene il passo e si procede punto a punto fino al 12-11, quando gli ospiti firmano un break di 3-0 e si portano avanti 12-14 con un muro di Testagrossa su Riccardo Vecchi. La Videx protesta su qualche decisione della coppia arbitrale, la tensione comincia a farla da padrona e Santa Croce può allungare (14-17). E’ a questo punto che scende in campo Claudio Paris, vero e proprio leader dei grottesi, che con quattro attacchi magistrali firma il controsorpasso (18-17) e toglie ogni dubbio sul suo pieno recupero dopo l’infortunio. I capovolgimenti di fronte non finiscono però qui: Santa Croce recupera lo svantaggio e torna avanti 18-20, ma la Videx non ci sta e replica con Vecchi ed Hendriks per il 22-20. E’ proprio Vecchi a regalare ai suoi due palle set, ma la Videx si auto-annulla la prima subendo un cartellino rosso per eccessivo nervosismo. A chiudere i giochi è Nicola Cecato: attacco di seconda intenzione e 25-23 Videx.

I padroni di casa ripartono subito forte nel terzo set, con un Niki Hendriks sugli scudi (5-2, 6-3), poi qualche errore di troppo riporta Santa Croce in parità (6-6). L’allungo dei toscani arriva con l’attacco di Da Prato e l’ace di Ciulli (8-11), ma la Videx impatta a quota 12 e raggiunge il traguardo volante del secondo time-out tecnico con due punti di vantaggio: 16-14. Da quel momento è un monologo dei grottesi, che mantengono calma e lucidità. Chiude un diagonale di Niki Hendriks da posto 1. 25-21 ed è il via alle danze.

Dopo 11 anni la M&G Videx Grottazzolina è di nuovo in serie A2. La M&G Videx è tornata grande.

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA – VOLLEY LUPI SANTA CROCE 3-0

 

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA: Vecchi R. 9, Tomassetti 9, Hendriks 14, Paris 11, Salgado 8, Cecato 3, Gabbanelli (l). N.e.: Minnoni, Girolami, Pison, Thiaw, Vecchi E., Brandi. All. Ortenzi – Cruciani.

VOLLEY LUPI SANTA CROCE: Ciulli 5, Del Campo 5, Testagrossa 4, Carminati 2, Colli 7, Di Benedetto 6, Pochini (l), Da Prato 7, Lumini 3, Bini. N.e.: Crescini, Montini, Menichetti, Acquarone, Pasquetti (l).

Arbitri: De Vittoris – Adamo.

Parziali: 25-17, 25-23, 25-21

 

Ufficio Stampa M&G Videx Grottazzolina

Print Friendly, PDF & Email