Il città di Ascoli invaso dai tifosi del Picchio.

altIl città di Ascoli invaso dai tifosi del picchio. Come annunciato nei giorni scorsi si sono ritrovati alle ore 17 per manifestare il sostegno alla squadra e contestare la società e alcuni giocatori reduci della stagione precedente conclusa con la retrocessione in lega-pro. La presenza di tanti tifosi è stata una chiara dimostrazione di attaccamento alla Maglia Bianconera dell’Ascoli Calcio 1898 ma non accettano più l’atteggiamneto della società. E’ andato vano il tentativo di un dialogo tra una delegazione e il presidente Roberto Benigni.  Il messaggio che volevamo passasse è stato espresso con uno striscione “SOCIETA’ INDEGNA, SIAMO NOI L’ASCOLI CALCIO!”. Dunque l’astio c’è, checché ne dica. La tifoseria non abbasserà la guardia ma sono aperti ad ogni confronto.

Alla seduta  era presente Andrea Soncin. L’attaccante, come annunciato questa mattina da Benigni, ha accolto l’offerta fatta dalla società che dovrebbe corrispondere alle sue richieste. Mancava ancora Faisca: per lui probabile rescissione contrattuale.