Il Modena sornione attende l’errore:ringrazia e porta a casa tre punti.

altL’Ascoli è in crisi nera di risultati. La sconfitta ad opera del Modena per 1-0 conferma il momento nero della compagine bianconera. Mr Castori apporta pochi cambiamenti alla gara precedente. Peccarisi  centrale mentre Giovannini  siede in panchina, il trio di attacco con Sbaffo, Pa Papa Waigo e Soncin, supportati sugli esterni da  Parfait e Vitiello.

In mezzo al campo ritorna dal primo minuto Pedersoli. Mr Bergodi conferma il 4-4-2 con coppia di attacco Stanco, Greco mentre Bernacci siede in panchina. Sotto la curva sud predomina uno striscione con la scritta: ‘Combattere’. In Tribuna siede dopo una lunga assenza il presidente Benigni.

La prima frazione si apre con entrambe le formazioni contratte una gara che fatica a decollare e la prima occasione di rilievo è dell’Ascoli con Sbaffo al 6′ ma la conclusione finisce di poco sopra la traversa. La gara si gioca su ritmi molto lenti ma è l’Ascoli,appare più voglioso di vincere, non riesce a creare verer occasioni gol da annotazione. La gara si rianima al 24′ è ancora l’Ascoli con Papa Waigo a sfiorare il gol, ma la sua deviazione a un metro dalla porta su cross di Sbaffo è neutralizzata d’istinto da Caglioni. La gara non ha più nulla da dire fino al duplice fischio. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

La seconda frazione si apre con una novità nella compagine bianconera Beretta al posto di Soncin. Al 5′ è ancora l’Ascoli a rendersi pericoloso ancora con Sbaffo ma, il suo tiro finisce contro i cartelloni pubblicitari. Mr castori prova diversi innesti ma la compagine bianconera non riesce a creare vere palle gol. Al  35′  è di nuovo l’Ascoli a rendersi pericoloso con Falconieri, su punizione ma non trova nessuno in area alla deviazione decisiva. Quando il risultato di pareggio sembrava essere l’epilogo di una gara al quanto noiosa giunge il gol del Modena con Carini tutto solo in area a colpire di testa davanti a Guarna, che non trattiene di poco. Dopo 4 minuti di recupero il trplice fischio sancisce l’ennesima sconfitta della compagine bianconera. Le squadra bianconera lascia il campo tra i fischi dei duemila presenti. A questo punto, ogni gara come le precedenti risultano gare decisive per il futuro dell’Ascoli, ma anche del suo allenatore.

 

ASCOLI (4-3-3): Guarna (cap.); Gazzola, Peccarisi, Faisca, Tamburini; Vitiello (24′st  Falconieri), Pederzoli (29′ Di Donato), Parfait; Papa Waigo, Soncin (1′ st Beretta), Sbaffo. A disp: Maurantonio, Giovannini, Andelkovic, Boniperti. All: Castori

MODENA (4-4-2): Caglioni; Jefferson, Turati, Perna, Carini; Nardini, Dalla Bona, Giampà, Fabinho (42′ st De Vitis); Stanco, Greco (27′ st Gilioli). A disp: Guardalben, Petre, Milani, Ciaramitaro, Bernacci. All: Bergodi

Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa

Spettatori: 2.653 di cui 1.139 abbonati

 

Commenti:

Benigni. “Si va avanti così”