Il Monticelli ripescato in Promozione

Image Hurra! Inneggiano i supporter del Monticelli Asd, dopo il ripescaggio della loro squadra nel campionato di Promozione.

In ordine cronologico, dopo l’Elettrocarbonium del presidente Mascetti e la Jrvs Ascoli di patron Adriano Federici, il Monticelli di Franco Paoletti è la terza squadra, ascolana, che milita nel campionato di Promozione e si fregia, così, il merito di essere il secondo club della città delle Cento torri, dopo l’Ascoli Calcio. "Con il ripescaggio, in Eccellenza, della Vigor Sinigallia le possibilità di essere ripescati, per meriti, si erano fatte più concrete, tiene a precisare il segretario Giovanni D’Angeli. L’ufficialità è arrivata, dalla Figc Marche, giorni fa dopo che si era liberato un posto in Promozione grazie alla Vigor passata in Eccellenza". Ora, per il club ascolano, che si era preparato a disputare il campionato di Prima categoria seppure con la speranza di un possibile ripescaggio al campionato di serie superiore, arrivano nuovi problemi che vanno affrontati con immediatezza. Ancora D’Angeli a tranquillizzare tutti: "Nessun problema per quanto concerne il campo. Rifatto il manto in erba sintetica e omologato, se non insorgeranno problemi di natura logistica, potremo giocare a Monticelli. Se invece ci saranno difficoltà, troveremo la maniera giusta di superarle con interventi appropriati. Ora, non rimane che rimboccarsi le maniche e mettersi alacremente a lavoro per recuperare, si fa per dire, il tempo perso". Intanto, con la squadra in Promozione, ci sarà da rivedere la rosa dei titolari ed in modo particolare, i fuori quota: "In Promozione, c’è l'obbligo di far giocare i fuori quota che quest’anno sono classe ’91 e ’92. Due in campo e altrettanti in panchina, se non di più, che devono subentrare a quelli che sono scesi in campo in caso di infortuni o sostituzioni in modo da garantire, comunque, la loro presenza sul terreno di gioco. Compito non facile che vedremo di superarlo". Pertanto, dopo Pagliare e Camerano, anche Monticelli approda nell’olimpo del campionato di Promozione. "Per meriti guadagnati sul campo – tiene a precisare D’Angeli – noi eravamo i primi dopo Pagliare e Camerano. ". Al Monticelli, ora, non rimane che onorare questo campionato. I tifosi stiano tranquilli.