IL PUNTO SULLA 23^ GIORNATA LEGA PRO – GIRONE B

Spread the love

ascolipicchio1898Un Ascoli double-face vince in rimonta (2-3) a San Marino (16 p) ed allunga in classifica a quota (44 p).

Dopo che il portiere dei padroni di casa ha deviato sulla traversa un colpo di testa di Addae, i “titani” sono stati capaci di realizzare 2 reti con Musetti (ai primi 2 gol in campionato) in circa 5 minuti (fra il 15^ ed il 20^ minuto) ed hanno controllato senza particolari problemi le avanzate dei bianconeri. Nella ripresa il Picchio ha cambiato marcia (grazie anche alla sostituzione di Pirrone con Altobelli) e nel giro dei primi 15 minuti ha ribaltato l’esito dell’incontro: dapprima ci ha pensato Addae (al 3° gol in campionato) a realizzare un’eurogol, con un tiro dai 40 metri terminato sotto l’incrocio dei pali; poi è stato Altinier (al 10° ed 11° gol in campionato) a realizzare una doppietta, prima con un perentorio colpo di testa e poi trasformando un calcio di rigore. Nella mezz’ora finale, i biancazzurri hanno provato ad agguantare il pareggio ma non ci sono riusciti a causa di una bella parata di Lanni ed un palo colpìto da Baldazzi.

 

La Reggiana affianca il Teramo a quota (41 p).

La Reggiana ha ottenuto una vittoria roboante (0-4) in casa della Pistoiese (27 p). In una partita a senso unico, dopo una mezz’ora di controllo del match, gli ospiti hanno siglato il doppio vantaggio prima dell’intervallo: Giannone e Mignanelli (entrambi al 1° gol in campionato) sono stati gli autori delle reti. Nel primo quarto d’ora della ripresa Maltese (al 2° gol in campionato) e Ruopolo (al 6° gol in campionato) hanno fissato il punteggio definitivo. Sul finire dell’incontro gli Orange sono rimasti pure in 10 uomini per l’espulsione di Golubovic.

Il Teramo non va oltre il pareggio (0-0) in casa dell’Ancona (33 p). Il risultato “ad occhiali” rispecchia fedelmente un match equilibrato e piuttosto noioso, con poche occasioni da gol. E’ stato comunque bravo il portiere dei dorici Lori a salvare la propria rete soprattutto sul finire dell’incontro, quando la sua squadra è rimasta in 10 uomini per l’espulsione di Dierna.

 

Il Pisa sale a quota (40 p) sconfiggendo (2-0), come da pronostico, il Savona (25 p).

I padroni di casa hanno realizzato una rete per tempo: ad un quarto d’ora dall’intervallo è stato Arrighini (al 1° gol in campionato) a portare in vantaggio i nerazzurri; nella ripresa, dopo una decina di minuti, ci ha pensato il capocannoniere del girone B Arma (al 14° gol in campionato) a realizzare il raddoppio. Nel primo tempo, sul risultato di parità, c’è da segnalare una clamorosa occasione da gol non sfruttata dagli ospiti con Frugoli, davanti al portiere Pelagotti.

 

La Spal raggiunge quota (31 p) battendo di misura (1-0) il Gubbio (30 p).

In una partita caratterizzata da molti capovolgimenti di fronte, l’unica rete è stata realizzata da Zigoni (al 3° gol in campionato) a qualche istante dall’intervallo. Nella ripresa gli ospiti hanno cercato in tutti i modi di raddrizzare l’incontro, colpendo un palo con Mancosu poco prima del triplice fischio finale.

 

La Carrarese resta ferma a quota (29 p) essendo stata sconfitta (2-1) a Grosseto (28 p).

In una partita dominata dai padroni di casa, i maremmani hanno chiuso meritatamente in vantaggio la prima frazione di gioco grazie ad una rete di Torromino (all’8° gol in campionato) qualche minuto prima dell’intervallo. Nella ripresa gli ospiti hanno pareggiato con Cellini (all’11° gol in campionato), che ha trasformato un calcio di rigore attorno alla metà del tempo; ad una decina di minuti dal termine, ancòra Torromino (al 9° gol in campionato) ha trasformato un calcio di rigore che ha fissato il punteggio.

 

A quota (28 p), oltre al Grosseto, ci sono Lucchese e Tuttocuoio.

La Lucchese si è fatta imporre il pari interno (0-0) dal Prato (24 p). E’ stata una partita con un certo predominio territoriale dei padroni di casa che sono andati più volte vicini al gol (in un’occasione, nel primo tempo, c’era riuscito Raicevic a bucare la porta avversaria ma l’arbitro aveva annullato fra le proteste dei rossoneri): gli ospiti si sono limitati a contenere le sfuriate avversarie tentando di volta in volta qualche sortita in contropiede.

Il Tuttocuoio è stato fermato sul pareggio casalingo (3-3) dalla Pro Piacenza (18 p). Il risultato finale, a dire il vero, non rispecchia fedelmente l’andamento del match, in quanto i padroni di casa avrebbero meritato di vincere. Dopo un primo tempo dominato e contraddistinto dal doppio vantaggio grazie alle reti di Konate e Deiola (entrambi al 4° gol in campionato), nella ripresa i neroverdi sono stati raggiunti dalle reti di Barba (al 1° gol in campionato) e Matteassi (al 5° gol in campionato): la rete del numero 7 ospite è stata di una bellezza unica, visto che è stata realizzata con un tiro scagliato poco dopo il cerchio di centrocampo. Ad una decina di minuti dal termine i toscani si sono riportati in vantaggio grazie alla rete di Colombini (al 1° gol in campionato); ma nel 6^ ed ultimo minuto di recupero, Alessandro (al 5° gol in campionato) ha trasformato il calcio di rigore che ha fissato il punteggio.

 

Il Forlì resta fermo a quota (26 p) dopo essere stato sconfitto in casa (0-2) dal Santarcangelo (23 p). Agli ospiti è bastata una doppietta del neo-acquisto Falconieri (ai primi 2 gol in campionato) realizzata nel primo quarto d’ora di gioco, per avere la meglio di una formazione volitiva e che ha creato numerose occasioni da rete fallite sia per imprecisione che per bravura del portiere Nardi. A 10 minuti dal termine è stato sfortunato Docente nel colpire un palo, con un tiro che avrebbe potuto riaprire l’incontro.

 

L’incontro fra l’Aquilla (37 p) e Pontedera (32 p) non si è disputata a causa dell’impraticabilità del campo per la neve caduta sul capoluogo abruzzese.

 

Per quanto riguarda il prossimo turno, l’Ascoli vorrà proseguire nel suo cammino solitario affrontando al “Del Duca” la Spal, dom 8 feb alle ore 16; il Teramo farà visita all’ostico Gubbio, sab 7 feb alle ore 14,30; la Reggiana ed il Pisa si affronteranno al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia, nel big-match di giornata, ven 6 feb alle ore 21; l’Aquila (tempo e campo di gioco permettendo) ospiterà il Tuttocuoio, sab 7 feb alle ore 16.

 

Mauro Di Virgilio