IL TORBALL IN MARE APERTO

Spread the love

altIeri nei locali della sede dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Ascoli Piceno, è stato presentato ufficialmente il progetto “Torball in mare aperto”, dalla Polisportiva Picena non Vedenti. L’evento prevede per la prima volta al mondo e nella storia, la realizzazione di un torneo nazionale a carattere dimostrativo del gioco del torball, a bordo di una nave da crociera; la disciplina, praticata da ragazzi affetti da disabilità visiva, andrà in scena dal tre all’otto settembre, sulla “Mariner of the seas”, della compagnia “Royal Carribean” che farà rotta nel mar Mediterraneo, toccando le coste francesi, della Corsica, e quelle spagnole.

 

“La Polisportiva ad Ascoli Piceno, sta facendo grandi cose, organizzando impeccabilmente diversi eventi di risonanza nazionale” – commenta il delegato F.I.S.P.I.C. per le Marche Giovanni Palumbieri – “La Federazione appoggia ed approva i progetti presentati da questa associazione che tendono sempre a promuovere questo sport e permettono l’integrazione dei disabili visivi nella società”. La compagine ascolana, a tre anni dalla sua fondazione risulta essere ancora la squadra più giovane d’Italia e l’unica presente nelle Marche, ciò nonostante dopo tre stagioni di egregia militanza in serie C, quest’anno, è arrivata la tanto attesa promozione nella serie cadetta.

Per quel che concerne il torneo vi prenderanno parte sei formazioni: Picena, Napoli, Perugia, Reggina e due compagini femminili sempre da Reggio Calabria, le quali si affronteranno in due pomeriggi dinanzi agli oltre tremila passeggeri della nave.

“É motivo d’orgoglio organizzare tale manifestazione, vogliamo proporre sempre iniziative innovative in luoghi suggestivi.” – commenta il Presidente della Polisportiva Andrea Rossi – “Siamo partiti tre anni fa dalla montagna con la manifestazione “Torball sotto la neve” in quel di Amatrice, poi siamo scesi a Cupra Marittima per giocare in spiaggia con il “Torball in riva al mare” ed ora navighiamo in mare aperto”. Un ringraziamento particolare va a coloro che hanno sposato questa iniziativa, l’ARES S.r.l. di San Benedetto del Tronto e l’Agenzia viaggi Mirror Mare Blu di San Benedetto del Tronto.