Il Varese bussa due Volte e l’Ascoli esce sconfitto alla prima di campionto

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Silva

L’Ascoli debutta in campionato contro il Varese dell’Ex Mr Castori con una sconfitta. Il 2-0 finale  permette al Varese di cancellare il punto di penalità e salire a quota due punti mentre la compagine bianconera rimane ferma a -1. Una gara particolare per l’Ex Mr Castori  e lui non l’ha nascosto, ma una volta messi da parte i sentimenti il  mister del Varese è apparso fin da primo minuto determinato a portare a casa la partita. La gara è stata disputata al vecchio Franco Ossola di fronte a poco più di tremila tifosi . Mister Silva modifica all’ultimo minuto la formazione consegnata e lascia in panchina Falconieri e Capece per far giocare Fossati e Hanine unica punta Soncin. Mister Castori  ritrova a centrocampo Filipe mentre Ebagua a causa dei problemi di rinnovo di contratto  finisce in tribuna.

La prima frazione si apre con un netto predominio della formazione di casa. Il Varese appare più determinato ma fatica a finalizzare mentre,  l’Ascoli  predilige un gioco prettamente difensivo  cercando di utilizzare l’arma delle ripartenze.  Al 2″ la prima occasione è del Varese con Rea bravo ad  incornare una punizione millimetrica di Filipe.La gara scorre senza grandi emozioni. L’Ascoli latita e il Varese non sa approfittarne e la prima frazione si chiude sullo 0-0 e senza nessun minuto di recupero.

La seconda frazione si apre con il Varese concentrato e alla prima occasione si porta in vantaggio con Neto Pereira bravo a riprendere  la  conclusione di De Luca di testa respinta dalla traversa, a sua volta imbeccato da Damonte. L’Ascoli perde il controllo della partita sul piano nervoso: viene espulso l’allenatore Silva e sul finale Peccarisi. Il Varese prova ad approfittare della superiorità numerica alzando il ritmo soprattutto sulle fasce. La comagine bianconera appare incapace di reagire e la prima vera conclusione  arriva all’82’, ma Bastianoni non pare impensierito. Il gol del raddoppio arriva in pieno recupero grazie alla caparbietà di Zecchin che raccoglie un pallone e batte a rete. Il triplice fischio sancisce la vittoria del Varese , mentre la compagine bianconera nonostante la sconfitta è apparsa ben disposta in campo, ma la carenza di un attaccante di peso si è fatta sentire.

VARESE (4-4-2): Bastianoni; Pucino, Troest, Rea, Grillo; Zecchin, Damonte, Filipe Gomes, Kink; De Luca (90’ Nadarevic), Neto Pereira. A disp.: Milan, Wagner, Martinetti, Fiamozzi, Momenté, Lazaar. All.: Castori.

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Ricci, Peccarisi, Faisca; Scalise, Russo (66’ Falconieri), Di Donato, Fossati, Pasqualini; Soncin, Hanine (85’ Gragnoli). A disp.: Maurantonio, Prestia, Giallombardo, Colomba, Capece. All.: Silva.

ARBITRO: Sig. Castrignanò

ASSISTENTI: Sigg. Gava – Marinelli

RETI: 49’ Neto Pereira (V), 93’ Zecchin (V)
NOTE: ammoniti: Rea (V), Di Donato (A), Guarna (A), Russo (A), Kink (V). Espulso al 92’ Peccarisi (A). Allontanato al 51’ per proteste. Rec. 0’ pt, 4’ st

Print Friendly, PDF & Email