Il Varese porta a casa un punto d’oro.

altL’Ascoli  non va oltre il pareggio contro un il Varese. Al “Del Duca” finisce 0 – 0. Un  punto per parte tra Ascoli e Varese e tutto sommato è giusto così al termine di novanta minuti. Un Ascoli incitato anche dal suo tifoso VIP ” Neri Marcorè” non riesce a portare a casa il tre punti. Mr Silva deve fare a meno di diverse pedine importanti Guarna squalificato sostituito da Maurantonio nuovamente debuttante con la maglia bianconera dal primo minuto, confermato Faisca in difesa e Soncin in attacco. Nella mediana ritrova il capitano  Di Donato e Pederzoli. Mr Maran ha tre difensori per quattro ruoli in difesa e allora conferma le mosse previste alla vigilia, ovvero arretrare Corti vicino a Figliomeni e mettere Damonte accanto a Kurtic. Il tecnico del Varese lascia in panchina Carrozza per mettere Zecchin e Nadarevic sulle fasce mentre in attacco con Martinetti c’è Neto Pereira. La prima frazione si apre con un Ascoli brillante  ma la prima occasione è del Varese con Pereira ma il suo destro finisce di poco a lato del palo destro. Al 8′ l’Ascoli reclama per un fallo in area: Sbaffo entra in area e tenta il tiro a giro, ma la palla viene ‘stoppata’ dalla mano di un difensore. Baratta fa proseguire. La reazione del Varese non si fa attendere. Al 12′  Zecchin  con un tiro al volo prova i riflessi dell’estremo difensore bianconero  Maurantonio, la risposta è impeccabile ed è bravo ad alzare sopra la traversa. Al 14 è nuovamente l’Ascoli a rendersi pericoloso: Sbaffo è perfetto a servire Soncin che fa velo per Papa Waigo il quale lascia scorrere per l’inserimento di Di Donato, ma il suo tiro è centrale. La compagine bianconera alza il ritmo alla ricerca del gol e al 19′ Gazzola, conclude da fuori area, ma la sfera va fuori. L’Ascoli continua ad attaccare e a giocare a palla a terra. Al 28 l’Ascoli ha la palla gol più nitida con Soncin ben servito da Papa Waigo, ma il Cobra in inserimento, il suo potente destro, però, viene deviato in corner da Bressan. Sul corner che segue Sbaffo di testa manda alto. Al 39 è il Varese a recriminare per un gol annullato su stacco di testa di Martinetti. Baratta vede un fallo su Papa Waigo. Solo dopo un minuto di recuper la gara si chiude sullo 0-0. La seconda frazione si apre con entrambe le formazioni bloccate ed incapaci di creare grandi occasioni se non per qualche iniziativa sporadica. Il gioco spezzettato con diversi cartellini gialli che vanno a colpire principalmente la squadra Varesina. La partita è viva, seppur le occasioni non siano importanti. L’Ascoli sembra fare la partita, ma non riesce a rendersi pericoloso. Al 24 la gara si rianima quando Boniperti conclude di prima, ma Bressan gli nega il gol allungandosi sulla sua destra. La gara no ha più sussulti e scorre senza problemi fino al 90. Il triplice fischi sancisce il pareggio tra Ascoli e Varese. Un punto a testa che soddisfa entrambe.

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Ciofani, Peccarisi, Faisca; Gazzola, Di Donato, Pederzoli, Sbaffo (23′ st Boniperti), Pasqualini; Papa Waigo (40′ Beretta), Soncin (32′ st Falconieri). A disp: Melillo, Tamburini, Ilari, Vitiello. All: Silva
VARESE (4-4-2): Bressan; Pucino, Corti, Figliomeni, Cacciatore; Nadarevic, Damonte, Kurtic, Zecchin (35′ st Carrozza); Martinetti (16′ st De Luca), Pereira (40′ st Cellini). A disp: Milan, Fiamozzi, Samba, Lepore. All: Maran.
Abitro: Baratta di Salerno
Spettatori: 2.505 di cui 1.1.39 abbonati