Incredibile:Sansovini rimonta e supera l’Ascoli.

Spread the love

altL’Ascoli esce sconfitto dal “Picco” di La Spezia. Una 4-3 che sa dell’incredibile, la compagine bianconera  avanti per 3-0 si fa rimontare dallo Spezia e alla fine perde per 4-3. Una rimonta che ha spento in una ttimo i sogni del popolo bianconero. Mister Silva ripropone dal primo minuto  Faisca al posto di  Ricci, in mezzo torna Fossati con Russo e Di Donato. In avanti c’è Feczesin con Zaza. Mister Atzori punta su Di Gennaro alle spalle di Okaka e dell’ex Antenucci.

La prima frazione si apre con un Ascoli determinato e convinto di poter fare sua la gara e la prima occasione giunge al 7′ con  Fossati ma il suo tiro viene smorzato in angolo. L’Ascoli ci crede e al 9 è Feczesin a sfiorare il gol. La reazione dello Spezia esui piedi di Di Gennaro ma il suo tiro a sfiorare il palo.La prima svolta arriva al 14 quando l’ex bianconero Guarna cerca il dribbling su Zaza al limite dell’area, l’attaccante bianconero non si lascia sorprendere, gli soffia la sfera in contrasto e la deposita a porta scoperta. E’ l’1-0. La reazione dello Spezia è poca cosa e la compagine bianconera al 31 l’Ascoli trova i raddoppio con Feczesin, che sfrutta un magnifico assist in verticale di Zaza e gonfia la rete con un destro teso che passa sotto le gambe di Guarna. La gara sembra in discesa ma al 39 Peccarisi, già ammonito, commette un fallo ingenuo a centro campo e il direttore di gara con il cartellino facile estrae il secondo giallo per gioco pericoloso su Okaka. Ascoli in dieci. La prima frazione si chiude con un meritato 2-0 in favore dell’Ascoli.

La seconda frazione si pare senza cambi nell’ Ascoli nonostante l’espulsione di Peccarisi mister Silva decide di gi0ocare con un 4-3-2 e la scelta sembra essere azzeccata e al 48 l’Ascoli triplica con  Fossati direttamente su calcio di punizione, un preciso destro a giro che supera la barriera e non lascia scampo a Guarna.  3-0. La gara sembra chiudersi ma lo Spezia non demorde e al 55 trova il gol con Antenucci, che sfrutta un assist basso di Okaka dalla destra, si libera della marcatura di Prestia e supera Maurantonio da posizione molto ravvicinata. Mister Silva decide di coprirsi e inserisce Ricci per Feczesin, mentre mister Atzori  gioca la carta  Sansovini. L’Ascoli si ferma e Sansovini si trasforma in fenomeno e in venti minuti trasforma il sogno in incubo a tutti i tifosi bianconeri riuscendo e segnare tre gol che consento alla Spezzi di ribaltare la gara sul 4-3 finale. Una sconfitta che fa male e ora la quota  per la salvezza è a 20 punti. Dal paradiso all’inferno in soli venti minuti.

SPEZIA (3-4-1-2): Guarna; Romagnoli (11’st Sansovini), Pasini, Schiavi; Piccini, Porcari, Musacci, Garofalo; Di Gennaro (26’st Pichalmann); Okaka, Antenucci. A disp. Iacobucci, Mario Rui, Lollo, Bovo, Benedetti. All. Gianluca Atzori.

ASCOLI: Maurantonio; Scalise, Prestia, Peccarisi, Faisca; Russo, Di Donato, Fossati (37’st Colomba), Pasqualini (44’st Legittimo); Feczesin (17’st Ricci), Zaza. A disp. Gomis, Soncin, Loviso, Capece. All. Massimo Silva

ARBITRO: Aleandro Di Paolo di Avezzano

RETI: 14’pt Zaza, 31’pt Feczesin, 3’st Fossati; 9’st Antenucci, 31’st Sansovini, 38’st Sansovini, 46’st Sansovini

Ammoniti: Peccarisi, Okaka, Antenucci, Di Donato, Feczesin. Espulso: 38’pt Peccarisi per doppia ammonizione

Spettatori: 5.181 (4.150 abbonati e 1.031 paganti). Incasso: 10254,30+44.457,63 Euro