La compagine bianconera fa suo uno scontro salvezza fondamentale

L’Ascoli continua la marcia verso la salvezza superando il Frosinone.  Il 3-1 finale permette alla compagine bianconera di  fare suo uno scontro salvezza fondamentale .

Mentre  il Frosinone saluta praticamente la serie B ( anche se la matematica non lo sancisce ) ma lo fa a testa alta, al termine di una partita combattuta fino alla fine nonostante l’inferiorità numerica per gran parte della gara. Mister Castori deve fare a meno  dello squalificato Cristiano, conferma Feczesin davanti con Lupoli e Giorgi in appoggio. Nel Frosinone indisponibili Biasi, Cariello, Baclet. Squalificati De Maio e Santoruvo. La prima frazione si apre con un Ascoli frizzante e alla prima occasione passa in vantaggio. Al  3″  sugli sviluppi di un angolo battuto da Pederzoli, gran mischia in area, Gazzola tira, Frison ribatte ma sfortunatamente per lui sui piedi di Lupoli che insacca. Interrompendo  così un digiuno che si protraeva da  4 mesi. La compagine bianconera sembra controllare la gara, ma al minuto 30 giunge  il pari del Frosinone: con Masucci   abile nello sfruttare una palla vagante in area. Il gol galvanizza i laziali che sfiorano addirittura il vantaggio prima con Masucci e poi con Biasi. Ma nel momento in cui sembra giungere il gol del frosinone  l’Ascoli trova il raddoppio: al 37° Gazzola si invola sulla destra, Ben Djemia lo ferma irregolarmente e Stefanini concede il rigore. Rosso per il ciociaro: Frosinone in 10. Sul dischetto va Feczesin che fredda Frison. L’Ascoli va sul 2-1 e si chiude il primo tempo.  La seconda frazione si apre con il Frosinone arrembante nonostante l’inferiorità numerica alla ricerca del gol del pareggi  ma prima Sansone con un sinistro rasoterra fa la barba al palo; poi Pestrin dalla distanza, si supera Guarna deviando in calcio d’angolo. Castori cambia l’attacco: dentro Romeo e Antonio, fuori Lupoli e Feczesin autori dei gol. La gara si addormenta fino  all’84° quando Juan Antonio con un gran numero salta un giocatore avversario lasciando partire un destro che esce di poco a lato. La risposta del Frosinone è immediata con  Cesaretti.  Ad un minuto dalla fine l’Ascoli chiude il match con  Antonio che di piatto destro fulmina Frison. Per l’argentino si tratta del primo gol con la maglia dell’Ascoli.  Tre punti d’oro quelli conquistati dalla squadra di Castori.

 

Ascoli – Frosinone 3-1

 

ASCOLI: Guarna; Gazzola, Faisca, Marino, Calderoni; Pederzoli; Lupoli (21’ st Antonio), Di Donato, Moretti, Giorgi (37’ st Ciofani); Feczesin (21’ st Romeo). A disp.: Lenzi, Uliano, Micolucci, Mendicino. All.: Castori
FROSINONE: Frison; Catacchini, Minelli, Terranova, Biasi (13’ st Guidi); Bottone (35’ st Cesaretti), Pestrin, Masucci, Ben Djemia; Sansone (13’ st Grippo); Stellone. A disp.: Vaccarecci, Zigoni, Biso, Beati. All.: Campilongo

ARBITRO: Sig. Stefanini
RETI: 3’ pt Lupoli (A), 30’ pt Masucci (F), 36’ pt rig. Feczesin (A), 45’ st Antonio (A)
NOTE: Espulsi: al 36’ del pt Ben Djemia e al 42’ st Pestrin entrambi per somma di ammonizioni. Ammoniti Moretti (A), Minelli (F). Spettatori 5.883 (abbonati 4.555) per un incasso di 20.794,75 € (quota abbonamenti 13.143,25 €) Rec. 0’ pt, 5’ st