La libero volley “tabaccheria al battente” si gode il vivaio l’under 18 sale sul podio al campionat

foto_under_18

La Libero Volley “Tabaccheria Al Battente” è appena retrocessa in serie D, ma la società ascolana si gode i successi ottenuti dal settore giovanile. Tanti, infatti, sono i risultati di prestigio arrivati nel corso delle ultime settimane, che dimostrano ancora una volta la qualità del vivaio gialloblù e testimoniano l’ottimo lavoro svolto dai tecnici e dagli allenatori.

 

A cominciare, ad esempio, dall’under 18 allenata da Francesco Ciancio, che si è classificata al terzo posto nel campionato provinciale, arrivando fino alle fasi finali. Purtroppo, la corsa delle ragazze ascolane si è interrotta in semifinale, perdendo al quinto set, con il punteggio di 15-13, contro Monturano. Complice un po’ di sfortuna e l’emozione che ha giocato un brutto scherzo, dunque, la Libero Volley non è riuscita a qualificarsi per la finale, avendo avuto più volte la possibilità per vincere la partita. Il terzo posto, comunque, rappresenta un ottimo risultato, che fa ben sperare anche per il futuro.

 

“Ringrazio le ragazze, gli allenatori, i tecnici, i dirigenti e tutti i genitori perché il campionato disputato dalla nostra Under 18 è stato davvero strepitoso – ha commentato il presidente Umberto Pignoloni -. Siamo felicissimi per questo terzo posto, anche se non nascondiamo di nutrire un pizzico di rammarico per non aver raggiunto la finale. Infatti, anche se ad inizio stagione non ce lo aspettavamo, questa formazione ha disputato un campionato importante e poteva arrivare fino in fondo. Ma siamo ugualmente contenti e ci godiamo il podio”.

 

Altri risultati di prestigio, infine, sono arrivati anche dalle altre formazioni. Come nel caso dell’under 14 e dell’under 13, allenate da Santino Croce, che si sono qualificate per le fasi finali dei rispettivi tornei. Anche l’under 13 di Graziano Vanni, inoltre, ha ben figurato, essendo una squadra molto giovane. La Seconda Divisione, invece, è prima nel suo girone e sogna la promozione, con la magistrale guida di Massimo Gaspari, mentre la Prima Divisione di Francesco Ciancio ha fatto parlare di sé, collezionando numerose vittorie e mostrando un gioco spumeggiante.