La Picenum chiude la stagione con uno 0-0

Image La Picenum C.F., con la testa quasi già in vacanza, conclude il campionato di serie B girone C inforcando gli occhiali a domicilio delle teatine dell’Ariete Calcio, storicamente squadra ostica per le giallorosse di Iannotta & C.

Le solite defezioni nella rosa casteldilamnese costretta a fare a meno ancora una volta di pedine fondamentali nello scacchiere iniziale (Di Giacinto e Santucci infortunate e la Salvatori nuovamente squalificata) non hanno comunque impedito al team di Castel di Lama di dare vita ad una gara piacevole che ha saputo far divertire il pubblico abruzzese.

Primo tempo sicuramente a vantaggio delle giallorosse casteldilamensi che come al solito producono molto senza tuttavia concretizzare. Urriani, Fabiani, De Angelis e Iannotta si sono mostrate tanto brave quanto imprecise sotto porta, riuscendo solo nell’intento di far fare bella figura all’estremo di casa Esposito. Ripresa ancora più vivace, con le ragazze di mister Di Giovanni che cercano di prendere il soppravvento visto che la Picenum per tutti i secondi quarantacinque minuti rimane in dieci per l’espulsione della Balletta. Purtroppo per le locali il forcing produce solo belle conclusioni con spettacolari prodezze stavolta dell’estremo giallorosso Giommi che nega il vantaggio alle teatine e si guadagna il gettone di trasferta.

Finisce 0-0 in una domenica che dunque aveva poco o nulla da dire. A fare notizia è stato sicuramente il bel gioco espresso da entrambe le formazioni nonostante l’assenza di esigenze di classifica.

La Picenum conclude così al 5° posto una stagione che probabilmente avrebbe meritato miglior sorte. Un risultato finale che rende poca giustizia al gioco espresso. All’attacco giallorosso la società non può recriminare certamente nulla avendo garantito un bottino di 40 marcature totali, seconda solo alle avanti del Siena (57) promossa in A. Il centrocampo ha dovuto fare continuamente di necessità virtù e la difesa è stata abbastanza mortificata (30 reti subite), cosa che mette in evidenza il bisogno di una migliore registrazione dal momento che la Brandimarte non è eterna e la porta non potrà essere difesa sempre ad alti livelli dalla comunque affidabilissima Giommi.

La società picena guidata da Lucidi è già all’opera sul mercato per rafforzare l’organico in vista della prossima avventura di serie B, che ci si augura possa ancora permettere alla squadra di Castel di Lama di calcare i campi che contano, mirando alla ricerca della tanto sospirata Serie A2. I presupposti per fare sempre meglio ad alti livelli ci sono. Un organico già valido non può che essere migliorato, anche dal tempo.