La Primavera bianconera cade a Frosinone

Image Weekend nerissimo per la Primavera bianconera di mister Fabbro: in casa Ascoli, al di là del risultato (2-1 per il Frosinone), a preoccupare è l’infortunio occorso al difensore Alessandro Sorgi, che, in seguito ad un contrasto di gioco, è caduto male a terra, sul braccio.

Accompagnato al pronto soccorso di Fiuggi, al ragazzo è stata riscontrata una lussazione al gomito, una piccola frattura radiale che lo costringerà a stare per un po’ lontano dal campo di gioco.
Quanto al calcio giocato, i bianconeri tornano a casa senza punti: dopo aver avuto ben tre occasioni per portarsi in vantaggio, con Rega e, per ben due volte con Mandorlini, a tu per tu col portiere avversario, a passare in vantaggio sono stati i Canarini al 36’ del p.t. con Lorini, prestato alla Primavera dalla prima squadra. Al 10’ Mister Fabbro era stato costretto alla sostituzione: fuori l’infortunato Sorgi, dentro Mandorlini, che, al 44’ del p.t. pareggia i conti. 1-1 e squadre a riposo. Nel secondo tempo è ancora Lorini a raddoppiare al 35’ e a consegnare la vittoria ai ciociari.

"E’ un momento in cui la fortuna non gira a nostro favore – ha commentato al termine del match Mister Fabbro – e l’infortunio di Sorgi ne è la dimostrazione; forse il ragazzo dovrà operarsi e quindi resterà fuori per un po’. Sullo 0-0 abbiamo avuto tre occasioni per passare in vantaggio, ma poi è stato il Frosinone a segnare con Lorini, calciatore della prima squadra, ex Roma e Nazionale di categoria. Nel secondo tempo ho dovuto inventare la difesa: senza Conocchioli, Nazari, Rosania e l’infortunato Sorgi, ho dovuto utilizzare Ilari come difensore laterale sinistro e Fankà come difensore destro. Ha esordito in Primavera Cognigni, proveniente dagli Allievi Nazionali. Siamo rammaricati per il risultato e per quanto accaduto a Sorgi, ma sono certo che dalla prossima partita reagiremo a questo momento no".