L’Ascoli cala il tris e lo Spezia è battuto. Col lutto al braccio in memoria del professor Vittori

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

100_9627

L’Ascoli chiude il girone di andata con una vittoria al Del Duca  contro lo Spezia. Il tre a zero finale portano la firma di Petagna, Addae e Cacia. Mister Mangia conferma la formazione vittoriosa a Livorno  con una variante Almici al posto di Pecorini coppia di attacco composta da Cacia, Petagna.

 

La gara:

L’Ascoli scende in campo con il lutto al braccio in memoria del profesor Carlo Vittori scomparso alla vigilia di natale. L’avvio della gara è brillante dell’Ascoli e al primo minuto si rende pericoloso con Petagnaben servito da Cacia ma la coclusione è bloccata da Chichizola. L’Ascoli è compatto e al 3′ è si rende pericoloso con Cacia ben servito da Petagna ma la conclusione va sopra la traversa. La reazione dello Spezia con Brezovic ma la conclusione da fuori area è potente ma va alto. Lo Spezia ha una buona occasione da gol ma Situm a porta vuota riesce a tirare incredibilmente sopra la traversa. Il momento è favorevole per lo spezia. Al 9′  su cross di Migliore, Catellani di testa prova a rendersi pericoloso ma Svedkauskas para tranquillamente. Al 30′ è lo Spezia a rendersi perivoloso su cross di Situm per Calaiò che si lascia cadere addosso a Mengoni, palla sul fondo. La prima frazione si chiude sullo 0-0.

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione. L’Ascoli si getta in avanti all ricerca del gol del vantaggio e al 4′ ci prova con Petagna ma la conclusione al volo dal limite dell’area il tiro è abbondantemente vola sopra la traversa. Ma il gol è nell’area e al 8′ l’Ascoli si porta in vantaggio con Petagna bravo a sfruttare un perfetto da Janko innescato sulla fascia da un colpo di tacco di Giorgi. Ascoli-Spezia 1-0.  Al 13′  l’Ascoli sfiora in raddoppio ma in ripartenza Cacia  tenta un pallonetto ma il portiere avversario mantiene la posizione e blocca senza problemi. Lo Spezia fatica e l’Ascoli prova ad approfittarne e al 14′ Addae riesce a superare l’estremo difensore  Spezino Chichizola ma la palla si stampa sull’incrocio dei pali. L’Ascoli non demorde ma la traversa si sostituisce ancora al portiere al 16 su conclusione di Almici. Lo Spezia fatica a creare gioco e sl 32′ l’Ascoli raddoppia con Addae bravo a sfruttare al meglio il calcio d’angolo di Jankto. L’Ascoli è padrona del campo e al 33′ cala il tris con Cacia. Al 1 minuto di recupero dei tre concessi il palo salva nuovamente la porta dello Spezia su conclusione di Perez. La gara si chiude con la vittoria dell’Ascoli per 3-0 sullo Spezia e chiude il girone di andata a quota 23 punti. Ora la sosta del campionato fino al 16 gennaio 2016.

 

Ascoli Piceno stadio “Del Duca”

ASCOLI(3-5-2): 22 Svedkauskas; 13 Cinaglia,  28 Milanovic, 5 Mengoni; 27 Almici, 8 Carpani, 19 Addae, 17Giorgi (c.), 14  Jankto; 21 Cacia, 29Petagna.
A disposizione: 32 Ragni, 6 Nava,  31 Del Fabro, 25 Altobelli, 10 Berrettoni, 20 Grassi, 30 Bellomo, 18 Caturano, 9  Perez.
All. Devis Mangia.

SPEZIA(4-4-2): 1 Chichizola; 26 Misic, 3 Valentini, 19 Terzi (c.), 17 Migliore; 5 Postigo, 30 Brezovec, 27 Canadjija, 18  Situm; 10 Catellani, 11 Calaiò.
A disposizione: Sluga, Acampora, De, Nenè, Rossi, Maretic, Ciurra, Tamas, Azzi.
All. Domenico Di Carlo.

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo.
Assistente 1: Marco Citro di Battipaglia.
Assistente 2: Tarciso Villa di Rimini.
Quarto Uomo: Luigi Nasca di Bari.

Reti: 8′ s.t. Petagna (A.), 32′ Addae(A.), 33′ Cacia (A.)

Sostituzioni: 43′ Calaiò-Nenè (S.). 10′ s.t. Postigo- Martic (S.), 23′ s.t. Carpani-Altobelli (A.), 25′ s.t. Canadjija -Ciurra(S.), 36′ s.t. Cacia-Perez(A.), 40’s.t. Jankto-Nava

Ammonizioni: Almici (A.), Valentini(S.), Mengoni (A.), Misic (S.)
Espulsioni:

Spettatori: 6.865o

Incasso: 59.858,00 euro
Note: Ascoli con il lutto al braccio per ricordare Carlo Vittori. 2′ recupero primo tempo. 3′ recupero secondo tempo

 

Commenti:

Mister Mangia:  “Devo fare i complimenti ai ragazzi. Hanno fatto veramente molto bene, sicuramente la miglior partita della mia gestione. Quando hai quasi tutta la squadra a disposizione riesci a trovare un equilibrio in campo, i ragazzi si sono trovati bene. Il girone di ritorno sarà molto complicato, siamo troppo sbilanciati nei risultati ora dobbiamo riposarci poi ripartiamo, ricominceremo il 4 gennaio. Jankto ? Quando lui si è convinto di poter fare bene in quella posizione di campo abbiamo avuto un effettivo riscontro, troverà anche soddisfazioni personali nel corso del campionato.”

Daniele Cacia Sul pallonetto non sono riuscito a finalizzare perchè il portiere è stato molto bravo, ma ci può stare perchè la gara è andata bene.  In alcune partite ci è girata molto male e ci potevamo fare ben poco. Da parte nostra c’è stato il giusto approccio. Nei brutti momenti ci è dispiaciuto sentire certe cose su di noi, ci vorrebbe più equilibrio perchè nel secondo tempo contro il Novara potevamo anche pareggiare e  non era tutto da buttare. Il campionato di serie B è ancora molto difficile e molto lungo, ma stiamo trovando la strada giusta”

 

Petagna: Mi trovo molto bene con Daniele, ma anche con Perez. Forse avevamo qualche problema di troppo fino a qualche giorno fa, ma già da Livorno abbiamo tirato fuori la grinta che serviva. Sappiamo che bisogna sacrificarsi e ogni partita è una battaglia, non dobbiamo accontentarci”. Il gol di oggi Petagna lo dedico a  tutti i fisioterapisti dell’Ascoli che sono così preziosi con il loro lavoro.

Print Friendly, PDF & Email