L’Ascoli è intollerante alla “Grappa”. Il Livorno ne fa quattro.

altL’Ascoli subisce una nuova battuta di arresto  al “Del Duca” nella quattordicesima giornata del campionato di Serie B contro il Livorno.  Il 4-1 finale per le “amaranto” risulta al quanto pesante per la compagine bianconera e conferma l’intolleranza alla “Grappa”. I bianconeri giungevano dal sconfitta  in casa del Grosseto pere 2-1 .   Mister Silva decide di lasciare in panchina Loviso ed inserisce Russo sulla linea mediana al fianco di Di Donato e Fossati. In avanti coppia di attacco obbligata  Zaza e Feczesin. Mister Nicola punta su Paulinho e Dionisi in attacco supportati dall’ex Belingheri.

Cronaca:

LA prima frazione l’Ascoli prova a fare la partita pressando  costantemente i toscani. La prima occasione è dell’Ascoli al 10″ con Zaza ma il diagonale dell’attaccante bianconero finisce di poco a lato. Il Livorno si vede solo su calci piazzati. I ritmi della gara si abbassano e la gara scorre senza grandi emozioni. La prima frazione si chiude sullo zero a zero.

La seconda frazione riprende con ritmi lenti e gioco che fatica a decollare. La gara si accende al 58″ quando il Livorno si porta in vantaggio grazie alla rete di Schiattarella, che di destro al volo batte l’incolpevole Guarna. Mr Silva prova a cambiare l’andamento della gara e inserisce la terza punta Dramé al posto di Russo.  Ma i frutti della mossa vengono annullati a causa del’espunzione di  Scalise, per doppia ammonizione. Il Livorno approfitta del momento di sbandamento della compagine bianconera e raddoppia con  Paulinho.  La reazione dell’Ascoli è immediata e appena un giro di lancette riapre il match con Feczesin, abile a sfruttare un lancio dalle retrovie e a battere in diagonale Fiorillo. L’Ascoli ci crede nel pareggio ma la ricorsa si complica quando Faisca si fa espellere per  fallo al limite dell’area su Siligardi. Il Livorno in doppia superiorità numerica torna padrone del campo. Al 82 il Livorno usufruisce di un rigore per  fallo  Prestia su Luci .Molti dubbi sul fallo. Sul dischetto Siligardi  che con un sinistro potente e centrale insacca l’1-3. L’Ascoli non reagisce e  quattro minuti più tardi è Dell’Agnello a timbrare il cartellino, realizzando il suo primo gol in serie B.  La compagine bianconera si getta in avanti nel tentativo di mitigare il passivo e nei minuti di recupero  potrebbe farlo , ma il rigore di Feczesin viene neutralizzato dall’estremo difensore toscano. il triplice fischi sancisce la pesante sconfitta della compagine bianconera per    4-1 ad opera del Livorno. I bianconeri, che restano a quota 15 in classifica, affronteranno in trasferta il Modena nel prossimo match con molti dubbi difensivi a causa delle squalifiche ed infortuni.

ASCOLI-LIVORNO 1-4

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Prestia, Faisca, Ricci; Scalise, Russo (18’ st Dramé), Di Donato (30’ st Capece), Fossati (12’ st Loviso), Pasqualini; Feczesin, Zaza. A disp.: Maurantonio, Colomba, Conocchioli, Morosini. All.: Silva

LIVORNO (4-3-1-2): Fiorillo; Bernardini, Emerson, Lambrughi, Gemiti; Schiattarella (42’ st Meola), Gentsoglou, Luci; Belingheri; Paulinho (40’ st Dell’Agnello), Dionisi (24’ st Siligardi). A disp.: Ricciarelli, Salviato, Prutsch, Bigazzi. All.: Nicola

ARBITRO: Sig. Tommasi
ASSISTENTI: Sigg. Bagnoli – De Meo
IV° UOMO: Sig. Rocca

RETI: 13’ st Schiattarella (L), 25’ st Paulinho (L), 26’ st Feczesin (A), 38’ st Siligardi rig. (L), 42’ st Dell’Agnello (L).

NOTE: prima della partita il Dirigente bianconero Gaspari ha depositato un mazzo di fiori nella cabina di Lattemiele, in ricordo di Valentino Mancini Cilla, scomparso in settimana. Ammoniti: Gentsoglou, Gemiti (L). Espulsi: al 20’ st Scalise (A) per somma di ammonizioni, al 34’ st Faisca (A) per fallo da ultimo uomo. Al 46’ st Fiorillo respinge il rigore di Feczesin concesso per atterramento di Zaza. Spettatori 2.557 (abbonati 1275 e 90 voucher) per un incasso di 21.575,62 € (rateo abbon. 13.821,50 € e rateo voucher 810,00 €). Rec. 3’ st

Commenti:

Massimo Silva: ‘Avevamo iniziato bene,  aggressivi, corti. Poi il gol ci ha tagliato le gambe. Abbiamo anche avuto poi l’opportunità di rimetterci in partita. Loro comunque hanno fatto una grande gara. Peccato perchè la squadra si è allenata bene in settimana, eravamo molto positivi nonostante le assenze. Ci hanno punito alla prima occasione. L’arbitro? Non voglio parlarne, sono un uomo di calcio, so che purtroppo a volte gli episodi sono sfavorevoli, di sicuro con questo arbitro non ci va mai bene perchè è da un po’ che con lui non vinciamo. Abbiamo giovani che stanno facendo bene, abbiamo grinta, aspettiamo che ci giri a favore qualche epidosio’.

 

RISULTATI 14ESIMA GIORNATA

Ascoli-Livorno 1-4, Cesena-Brescia 1-3, Cittadella-Vicenza 2-2, Crotone-Empoli 3-2, Grosseto-Spezia 1-1, Juve Stabia-Lanciano 2-1, Pro Vercelli-Modena 1-2, Sassuolo-Novara 2-0, Ternana-Verona 0-2, Varese-Padova 3-0.

CLASSIFICA

Sassuolo 34, Verona 31, Livorno 29, Modena, Brescia, Juve Stabia, Cittadella 21, Varese 20, Padova e Spezia 19, Ternana 16, Ascoli ed Empoli 15, Crotone 14, Vicenza e Cesena 13, Bari e Lanciano 12, Pro Vercelli 11, Novara e Reggina 10, Grosseto 7.