L’Ascoli Picchio becca quattro volte il Forlì e vola a +6.

Spread the love

altL’Ascoli Picchio becca quattro volte il Forlì e si conferma in vetta al girone B di lega pro nella 13 giornata, e vola a +6 dalle seconde in attesa del restante delle gare. Il 4-0 finale per la compagine bianconera portano la firma di  Perez nel primo tempo, Chiricò, Mengoni e Carpani calano il poker nella ripresa. Mister Petrone ripropone dal primo minuto Chiricò dopo i due turni di squalifica concede un turno di riposo a Berrettoni e lo  sostituisce con Altinier. Mentre Mister Rossi si affida ad un 3-5-2 in fase offensiva per trasformarsi in 5-3-2 in fase difensiva.

 

La gara:

L’avvio della gara è brillante per l’Ascoli mentre il Forlì è contratto e intimorito anche da una tifoseria bianconera.  E al  3’  Reato del Forlì viene ammonito. L’Ascoli si rende pericoloso al 5′  su Punizione con  Chiricò ma Scotti para. L’Ascoli è in giornata e al 12′ ma il tiro cross di Chiricò è solo sfiorato da Addae. Di nuovo pericoloso l’Ascoli al 15 con  Mustacchio ben servito da Perez ma Scotti para senza problemi. Al  18 l’Ascoli reclama  un fallo su Perez in area, ma l’arbitro non decide di fischiare rigore giudicando che i giocatori si siano contratati a vicenda. L’Ascoli crea ma non riesce a giungere al gol. Al 27′ giunge la prima svolta della gara Reato subisce la seconda ammonizione e di conseguenza espulsione. Forlì in 10. L’Ascoli prova ad approfittare della superiorità numerica e al  29′ giunge al gol con Perez bravo a spingere il pallone in gol da un tiro di Chiricò respinto dall’estremo difensore Scotti. 1-0. La reazione del Forlì si concretizza la 41′ con  Melandri ma il tiro è parato Lanni. Dopo un minuto di recupero la gara si chiude sull’1-0.

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione. Ma il copione non cambia Ascoli in avanti e il Forli che cerca di non farsi chiudere in area. Al 17′ i bianconeri si rendono pericolosi con Perez non riesce a  finalizzare e l’azione sfuma. Al 21′ Perez  viene ammonito per fallo su Scotti. Era diffidato, salterà la prossima partita. Mister Petrone valuta dei cambi ma al 23′ anche Addae viene ammonito, anche lui  diffidato salterà la prossima partita. Al 25′ mister Petrone sostituisce Pirrone  anche lui in diffida per Gualdi per preservare un centrocampista per la prossima gara. L’Ascoli è padrona del campo e al 27 ‘ giunge il raddoppio con CHIRICO’ che con una grande azione entra in area da solo e batte Scotti. Il Forlì non reagisce e al 33′ subisce la terza rete dell’Ascoli, Mengoni schiaccia in rete, ma viene deviata da un difensore Arrigoni. La girandola del gol si chiude al 34 con il quarto gol di Carpani con un pregevole tiro dalla distanza. La gara score poi senza grandi emozioni fino al triplice fischio. Ascoli – Forlì si chiude con la netta vittoria dei bianconeri per 4-0. Il campionato è ancora lungo ma il progetto cresce e cresce bene.

ASCOLI (4-4-2): Lanni; Avogadri, Mengoni, Mori, Pelagatti; Mustacchio (54’ Dell’Orco), Addae, Pirrone (69’ Gualdi), Chiricò (74’ Carpani); Altinier, Perez. All: Petrone

FORLI’ (3-5-2): Scotti; Arrigoni (50’ Turi), Reato, Catacchini, Fantini, Guidi; Arrigoni, Cejas (42’ Djuric), Melandri; Fantoni, Castellani. All: Rossi

RETI: 29’ Perez (A), 72’ Chiricò (A), 79’ Mengoni (A), 81’ Carpani (A)

AMMONITI: Perez, Addae (A); Reato, Fantini (F)

ESPULSI: Reato (F)

NOTE: Spettatori 5377

ARBITRO: Luigi Rossi della sezione di Rovigo

 

Commenti:

altMister Petrone: “Era una partita da chiudere nel primo tempo, siamo arrivati in ritardo. Bella prestazione, non c’è altro. Non dovevamo sprecare un’altra partita. Mi sono arrabbiato contro le cose che abbiamo sbagliato. Noi lotteremo sempre per la maglia e per la città, abbiamo un rapporto stupendo con la nostra tifoseria. La prestazione di Chiricò è stata molto positiva, ha speso tanto e risentiva della responsabilità. Non voglio parlare dei singoli, ma del gruppo, che è straordinario”.