L’Ascoli segna un gol per tempo‎, per Livorno, arriva un’altra sconfitta.

Spread the love

altL’Ascoli continua la scia  positiva e dopo la vittoria interna contro il Brescia nella 37 giornata di serie B supera il  Livorno dei diversi ex. Il 2-0 finale per la compagine Bianconera permette alla formazione allenata da Mr Silva di superare in classifica il Livorno e continua a tenere lontana la zona play-out. La quarta vittoria consecutiva per un Ascoli che si conferma una delle squadre più in forma della Serie B. Il Livorno dopo la tragedia,del giocatore morto in campo, sembra aver segnato in maniera indelebile i giocatori, ancora sconvolti dalla morte del loro apprezzato compagno.  

Mister Silva deve fare a meno all’ultimo minto di Peccarisi  per problemi alla schiena oltre allo squalificato Pederzoli conferma Andelkovic con  Ciofani a sinistra e Faisca in mezzo. Con Pasquali e Scalise sulle fasce, a altcentrocampo Di Donato torna da titolare per comporre il terzetto di centrocampo insieme a  Sbaffo e Parfait. Coppia di attacco Papa Waigo e Soncin . Mister Madonna deve fare a meno di Siligardi ancora per un turno. Davanti allora Paulinho e Dionisi gioca  Schiattarella mentre a sorpresa  Piccolo siede in panchina. Prima della gara, il capitano livornese Barone è andato sotto la Sud ricevendo un mazzo di fiori in ricordo di Morosini offerto da alcuni rappresentanti dei sostenitori bianconeri.

 

La prima frazione si apre con il Livorno concentrato nonostante il caldo e la prima occasione è amaranto con Paulinho  ma Guarna non ha problemi. Il Livorno ci crede e si getta in avanti ma sia Paulinho che Belingheri non riescono ad impensierire Guarna. Per attendere la reazione della compagine bianconera bisogna attendere il 10′ con Sbaffo ma il rasoterra è bloccato da Mazzoni. Il Livorno non demorde e al 18 si rende pericoloso con  Dionisi ma il suo tiro  viene deviato in angolo. La compagine bianconera avanza il baricentro e inizia a prendere il pallino del gioco e al  20” sfiora il gol con Papa Waigo. Al 35′ è nuovamente l’Ascoli a rendersi pericoloso con Soncin, ma la deviazione di testa a botta sicura è  respinta alla Garella da Mazzoni. L’Ascoli ci crede e al 37 trova il meritato vantaggio con Soncin con una stupenda conclusione a giro dal vertice sinistro dell’area, per la settima rete in campionato, terzo consecutivo trentanovesima nella storia dell’Ascoli e supera  Casagrande .Dopo 2′ minuti di recupero finisce il primo tempo con l’Ascoli  in vantaggio grazie al gol di Soncin.

altLa seconda frazione  si apre  senza cambi  tra le due squadre. L’Ascoli gestisce il gioco senza affanno e alla prima vera occasione raddoppia.  Al 20′ con Scalise, bravo a finalizzare  un contropiede velocissimo, ben servito in profondità da  Parfait. Ed è 2-0, primo centro in campionato. L’Ascoli controlla il gioco ma al 23′  si ritrova in dieci. Sbaffo, già ammonito, viene espulso dall’arbitro per doppia , Mister Silva va su tutte le furie. Il Livorno latita e l’Ascoli controlla il gioco nonostante l’inferiorità. La gara  si rianima al 41″ quando Faisca fa fallo di mano l’arbitro Merchiori non può far altro che concede al Livorno il  rigore. Sul dischetto va  Dionisi  ma Guarna  è insuperabile e para la conclusione. Dopo 4 minuti di recupero termina la gara con la vittoria dell’Ascoli per 2-0 sul Livorno. La compagine bianconera sale a 41 punti a +6 dalla zona playout occupata dall’ Empoli che ha ancora da recuperare il match con l’Albinoleffe. Ora si deve pensare al  turno infrasettimanale del 1º Maggio in casa del Bari.

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Andelkovic, Faisca, Ciofani; Scalise, Sbaffo, Di Donato (cap.) (32′ Giovannini), Parfait, Pasqualini; Papa Waigo (43′ st Gerardi), Soncin (24′ st Tomi). A disp: Maurantonio, Conocchioli, Falconieri, Romeo. All: Silva

LIVORNO (4-3-1-2): Mazzoni; Salviato, Sini (28′ pt Meola), Bernardini, Lambrughi; Barone (cap.) (24′ st Bernacci), Filkor, Schiattarella (10′ st Piccolo); Belingheri; Paulinho, Dionisi. A disp: Bardi, Remedi, Prutsch, Bigazzi. All: Madonna

Arbitro: Merchiori di Ferrara

Spettatori: 3.263 tra cui 1.301 abbonati

Ammoniti: Filkor, Sbaffo

Espulso: Sbaffo

Reti: Soncin al 36′ pt, Scalise al 20′ st

Grosseto-Padova 2-2; Torino-Crotone 2-1; Ascoli-Livorno 2-0; Cittadella-Varese 0-1; Sampdoria-Bari 2-0; Vicenza-Nocerina 0-1; Reggina-Albinoleffe 1-0; Modena-Juve Stabia 3-0; Gubbio-Pescara 0-2; Brescia-Sassuolo 1-2 (giocata ieri); Verona-Empoli 0-0 (giocata ieri).

classifica Torino 70 punti; Pescara 68; Sassuolo e Verona 67; Padova 60; Varese 59; Sampdoria 58; Reggina 54; Brescia 53; Juve Stabia 52; Modena 48; Grosseto 47; Bari 45; Cittadella 44; Crotone 43; Ascoli 41; Livorno 38; Empoli 35; Nocerina e Vicenza 34; Gubbio 31; Albinoleffe 25.
Torino, Sassuolo, Pescara, Livorno, Empoli e Albinoleffe hanno una gara da recuperare.

prossimo turno

martedì 1° maggio, prevede Modena-Sampdoria alle 12:30, ben 8 partite alle 15:00 (Albinoleffe-Brescia, Bari-Ascoli, Crotone-Cittadella, Empoli-Gubbio, Juve Stabia-Grosseto, Padova-Sassuolo, Pescara-Vicenza e Varese-Nocerina), una alle 18:00 (Livorno-Torino) e infine il posticipo serale del Granillo dove alle 20:45 si affronteranno Reggina e Hellas Verona.

Commenti:

Guarna: Nell’occasione del rigore sono stato bravo a non muovermi fino all’ultimo, anche perché lui mi ha guardato prima di calciare. Avevo però già deciso di buttarmi alla mia sinistra.