L’Ascoli Segna,si fa riprendere, maSbaffo reagala i primi tre punti d’oro.

Spread the love

altL’Ascoli conquista la prima vittoria esterna sul campo di un buon Gubbio. Il 3-2 finale permette alla compagine bianconera di portarsi a -4 in classifica. La compagine bianconera non vinceva con il Gubbio da 73 anni, dal lontano 1938 Gubbio – Ascoli 0-1 . Mr Castori è alle prese con gli acciacchi di Papa Waigo e Andelkovic. La decisione di farli scendere in campo è stata presa in extremis. Pederzoli  posizionato davanti alla difesa per il modulo 4-1-4-1 con Soncin punta centrale. Assente Beretta, impegnato con l’Under 20. Mentre Mr Pecchia recupera sia Raggio Garibaldi che Sandreani, ma Bartolucci e Gerbo sono ancora ai box. Il portoghese Mario Rui non è ancora disponibile perché è in attesa del transfer. Benedetti è impegnato con l’Under 20. Confermato il tridente Ciofani-Ragatzu-Giannetti. In porta altra chance a Donnarumma, nonostante gli errori di Grosseto. La prima frazione si apre con un Ascoli concentrato e al 6′  si porta  in vantaggio grazie Papa Waigo, bravo a metterla  dentro al volo, su perfetto assist di Sbaffo. La reazione del Gubbio non si vede e la compagine bianconera raddoppia al 12 con Sbaffo su perfetto assist di Papa Waigo. Al 15 si vede la prima reazione del Gubbio con Giannetti che dal limite esplode il destro, ma Guarna è attento e sventa. L’Ascoli non appare appagato dei gol e prosegue a giocare a ritmi sostenuti alla ricerca del terzo gol ma  non giunge. Il Gubbio appare frastornato e solo al 44 si rivede in attacco con Sandreani, ma la sua deviazione di testa su cross dalla sinistra è debole , Guarna è attento e blocca senza problemi. La seconda frazione si  apre con gli stessi undici iniziali. Al 6 il Gubbio fa entrare un’altra punta alla ricerca del gol per riaprire il mach e proprio il neo-entrato,  l’ex bianconero Ettore Mendicino al 20 accorcia le distanze,  bravo a segnare in mischia. Nel frattempo esce Soncin ed entra Romeo. L’Ascoli non demorde e al 23′ Direttamente su punizione è Pederzoli a sfiorare il 3-1, tirando direttamente in porta, con Donnarumma che alza sopra la traversa. Ma il Gubbio spinge e al   26′ pareggia con Daniel Ciofani. E porta il risultato sul 2-2. La compagine bianconera non demorde e si getta in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio. Al 28 il Gubbio rimane in dieci per l’espulsione  di Caracciolo per doppia ammonizione  lasciando  i suoi con un uomo in meno tra le proteste dello stadio. La gara è spigolosa, l’Ascoli preme ma il Gubbio si difende con ordine. Al 37 l’Ascoli si riporta nuovamente in vantaggio ancora con Sbaffo. Portando i suoi sul definitivo 3-2. Il Gubbio si getta in avanti alla ricerca dell’ennesimo pareggio che non giunge. Il triplice fischio sancisce la prima vittoria esterna della stagione per la compagine bianconera.

Gubbio (4-1-4-1): Donnarumma; Almici, Buchel (51′ Mendicino), Caracciolo, Farina; Boisfer; Sandreani, Raggio Garibaldi, Giannetti (37′ Montefusco), Ragatzu (54′ Bazzoffia); Ciofani D. A disp: Farabbi; Montefusco, Smacchia, Brunelli, Briganti. All: Pecchia

Ascoli (4-4-2): Guarna; Andelokovic, Peccarisi (72′ Giovannini), Faisca, Ciofani M.; Di Donato, Pederzoli (35′ Margarita), Parfait; Papa Waigo, Soncin (66′ Romeo), Sbaffo. A disp: Maurantonio; Pasqualini, Capece, Marchionni. All: Castori

Arbitro: Mariani di Aprilia

Spettatori: 3.799 di cui 2374 abbonati

Reti: al 6′ Papa Waigo, al 12′ e al 82′ Sbaffo, al 65′ Mendicino, al 70′ D. Ciofani