L’Ascoli spreca molto e il Teramo ringrazia e porta a casa un pari prezioso.

Spread the love

foto_tripoliL’Ascoli gioca una buona gara ma non va oltre il pareggio contro il Teramo nel’ultima giornata di andata del campionato di lega pro girone B.

La compagine bianconera pareggia per 0-0 contro il Teramo scontro al vertice che ha permesso alla formazione allenata da mister Petrone di vincere il girone di andata e al Teramo di rimanere secondo in classifica grazie anche alla sconfitta del Pisa in casa ad opera del Forli. Mister Petrone deve fare a meno dell’infortuna Chiricò e fa debuttare dal primo minuto il neo acquisto Tripoli mentre in attacco gioca Perez viste le condizioni non ottimali di Altinier. Prima dell’iniziodella gara Avogadri a dposto un mazzo di fiori sotto la curva sud in ricordo del tifoso morto pria dell’ultima gara casalinga.

 

 

La gara:

L’Avvio della gara della compagine bianconera è frizzante e al 1 si rende pericoloso con un assist di Dell’Orco ma Perez da ottima posizione calcia alto. La fortuna non assiste Perez quando su assist di Mustacchio, che arriva in spaccata e calcia  ancora alto. La dea bendata non vuole dare una mano e al 4 è Tripoli di testa in tuffo mandarla alta a un metro dalla linea di porta , ancora una chance per i bianconeri. La reazione del Teramo giunge solo al 20′  con Masullo dalla d distanza ma la palla termina alta. Al 31′ Tripoli, si accascia in campo lamentando un dolore costale,colpito allo stomaco, abbandona il campo, entra Giovannini. La gara scorre poi senza grandi emozioni e la prima frazione si chiude sullo 0-0.

.

La seconda frazione si apre con l’Ascoli in avanti. Al 8′ Perez sbaglia nuovamente di fronte a Tonti.  L’Ascoli ci crede e da un’incursione sulla fascia di Berrettoni  al 6′  Cenciarelli sfiora l’autogol. Il Teramo si rende pericoloso prima con Lapadula ma su traversone profondo di Scipioni arriva con un attimo di ritardo.  Due minuti più tardi ancora Teramo con Di Paolantonio ma  Lanni  parata. Il teramo sfiora il gol al 15′ con Bucchi ma il colpo di testa termina  fuori. Il portiere del teramo è in gran spolevero e nega per  più  volte il gol all’Ascoli  prima a Mengoni poi su Altinier. La compagine bianconera si getta in avanti alla ricerca del vantaggio, che però non perviene. Triplice fischio; 0-0 il risultato finale.

 

ASCOLI (4-2-3-1): Lanni; Avogadri, Pelagatti, Mengoni, Dell’Orco; Addae, Gualdi; Mustacchio, Berrettoni, Tripoli; Perez
A disposizione: Ragni, Mori, Cinaglia, Pirrone, Carpani, Giovannini, Altinier.
Allenatore: Petrone

TERAMO (5-3-2): Tonti; Scipioni, Diakité, Speranza, Perrotta, Masullo; Di Paolantonio, Amadio, Cenciarelli; Masullo Lapadula, Bucchi
A disposizione: Serraiocco, Brugaletta, Lulli, Petrella, Bonaiuto, D’Egidio, Bucchi.
Allenatore: Vivarini.

Arbitro: Carmine Di Ruberto di Nocera Inferiore
Assistenti: Fabio Hager di Trieste e Damiano Margani di Latina

Ammoniti:
Espulsi:

 Commenti: 
Lovato: “delusi, perchè speravamo di rientrare nel solco giusto. Niente può essere imputato alla squadra.  Credo che il girone di andata, che si è concluso, siamo una squadra di alto livello e con alte possibilità di migliorare. Pensavano di ver coperto il ruolo con Tripoli in quella fasci ma si è fatto male anche lui ora abbiamo un altro problema, speriamo che possa recuperare presto.

Petrone: ” rammarico per aver 4-5 assenze. Speriamo che non ci siano altri problemi con altri giocatori perchè, altrimenti saremmo in emergenza. La squadra vista oggi mi rende orgoglioso. Abbiamo risposto bene. Da domani, però dovrò fare i conti con le defezioni. Ho scelto di centellinare l’impiego di Altinier, a causa di alcuni suoi problemi fisici.”

Da segnalare a fine gara Un agente della polizia municipale è rimasto ferito e  finito al pronto soccorso per contusioni alla testa e in varie parti del corpo. L’incidente secondo la descrizione del’agente è avvenuto nella zona di Borgo Solestà  da un folto gruppo di tifosi dell’Ascoli a volto coperto che stavano tentando di entrare in contatto con i tifosi del Teramo.