L’Ascoli tutto cuore batte il Cagliari per 2-1

gol-cacia-1-0
L’Ascoli incassa laseconda vittoria consecutiva contro la corazzata Cagliari nella 35ma giornata di sereie B. Il due a uno per la compagine bianconera consente alla formazione allenata da mister Mangia di incamerare altri tre punti per il raggiungimento della quota salvezza.

I gol portano la firma di Cacia doppietta per l’Ascoli e di Joa Pedro per il Cagliari.  Mister Mangia per la prima volta conferma gli undici di Perugia con Cacia unica punta. Da segnalare prima dell’inizio della gara l’Ascoli ha fatto dono della maglia personalizzata al’ex bomber bianconero dal 1970-1973 con 98 presenze e 34 gol.

 

 

gol-2-0-cacia 

La gara:

Lavvio della gara è brillante per l’Ascoli e la prima occasione e dell’Ascoli al 2′ ma il lancio di Carpani è troppo lungo per Cacia e l’azione sfuma. Il Cagliari risponde un minto dopo con Giannetti ma in area è anticipato da Cinaglia. Al 5′ è di nuovo il Cagliari a rendesi pericoloso con Di Gennaro la conclusione è deviata in corner. Al 8′  giunge il gol del’Ascoli con Cacia bravo a finalizzare il cross dalla trequarti di Dimarco. La reazione del Cagliari  si concretizza al 14′ con Giannetti  ma Lanni compie il primo miracolo e devia in angol un perfetto diagonale. Al 16′ è di nuovo il Cagliari a rendersi pericoloso con Salamon con una conclusione dai trenta metri ma  Lanni è attento e para senza problemi. Il Cagliari è alla ricerca del gol del pareggio e al 17 si rende ancora pericoloso con Joao Pedro il tiro da dentro l’area è ribattuto da Mitrea. L’Ascoli non sta a guardare e al 18′  sfiora il raddoppio con contropiede  con Cacia ma il tiro in diagonale è deviato in corner. Al 31’ il Cagliari sfiora il pareggio con Joao Pedro  in area dopo un batti e ribbatti la palla è ribattuta  da Cinaglia sulla linea. Al 33’ giunge il raddoppio del’Ascoli con una classica ripartenza ancora con  Cacia bravo a sfruttare al massimo il lancio di Dimarco e infilare  in rete con un preciso pallonetto a scalvalcare l’estremo difensore del Cagliari , Storari. Al 40’ il direttore di gara annulla un gol a  Joao Pedro  per netto fuorigioco. La prima frazione si chiude con l’Ascoli in vantaggio per 2-0.

 

 

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione. L’Ascoli sfiora il terzo gol al 8′ con Canini ma il colpo di testa sfiora il palo. Sulla ripartenza Bianchi atterra Giannetti in area, rigore. Il biancoero gia ammonito rimedia la senda ammonizione con relativa espulsione. Ascoli in 10. Dal dischetto Joao Pedro è perfetto palla da un lato portire dall’altra. Ascoli 2 Cagliari 1. Il Cagliari si getta in avanti alla ricerca del gol e l’Ascoli fatica a contenere e al 18 Lanni cala il secondo miracolo deviando in corner un tiro di Giannetti lanciato in area, a tu per tu col portiere bianconero. Il Cagliari si getta in avanti alla ricerca del gol del pareggio ma la difesa bianconera con l’aiuto anche dei pali resistono alla corazzata cagliari e al 46’ su una ripartenza l’Ascoli sfiora il terzo gol ma Altobelli  a tu per tu con Storari prova il pallonetto ma con scarso risultato. Al  48′ di nuovo il palo nega il gol del pareggio di Farias. Dopo 4 minuti la gara si chiude con la vittoria dell’Ascoli per 2-1. Al triplice fischio un boato  liberatori si è alzato dalla Curva Sud.

 

ASCOLI PICCHIO 1898 – 1 Lanni,6 Mitrea,8 Carpani, 11 Dimarco (dal 27’s.t. n.28 Milanovic), 13 Cinaglia, 14 Jankto, 16 Orsolini (dal 15′ s.t. n. 25 Altobelli, 19 Addae, 21 Cacia (C.) ( dal 36’s.t. n.9 Perez),23 Canini, 30 Bianchi. A disp.22  Svedkausakas, 18 H’Maidat, 24 De Grazia 29 Petagna, 31 Del Fabro, 33 Iotti. All. Mangia

CAGLIARI CALCIO – 30 Storari (C.), 8 Di Gennaro, 10 Joa Pedro, 13 Cinelli (dal 8′ s.t. n. 20 Tello), 15 Krajnik, 21 Balzano, 25 Sau (dal 29′ n.28 Cerri), 26 Munari ( dal 22′ s.t n. 17 Farias), 29 Murru, 32 Giannetti, 35 Salamon. A disp. 1 Rafael, 3Barreca,  19 Pisacane, 24 Capuano, 27 Deiola, 33 Fossati. All. Rastelli

Arbitro: Manganiello di Pinerolo. Assistenti: Di Iorio di Verbania e Dei Giudici di Latina. IV uomo. Marini di Roma

Reti: 8′ e 33′ Cacia, 11′ s.t. Joa Pedro

Ammonizioni: Bianchi (A.), Jankto (A.),Krajnik, (C.), Lanni (A.), Carpani (A.)

Espulsioni: Bianchi (A. per doppia ammonizione)

Note: 6.186 spettatori, incasso 49, 590,24 euro. 4′ recupero  nel secondo tempo

 

 

 

Commenti:

 

Daniele Cacia: Sul primo gol è stato molto bravo Dimarco, nel secondo è stato puro istinto, la porta l’ho intravista e ho visto il portiere fuori dai pali e ho tirato, ancora grande palla di Dimarco.

A volte insisto con i compagni per avere questi palloni, che fanno male a tutte le difese.Vittoria importante e forse proibitiva, siamo stati anche fortunati nel secondo tempo eravamo stanchi e in dieci però ogni tanto un pò di fortuna la prendiamo volentieri. Questa è la vittoria del gruppo. Faccio i miei complimenti personali a Carpani e De Grazia. Al di là dell’aspetto personale, sono felicissimo, metto avanti la squadra.Voglio dedicare la vittoria ai miei genitori che è la prima volta che vengono ad Ascoli a vedere la partita e poi alla mia famiglia

Rastelli: “Non credo nella fortuna e nella sfortuna, credo nel merito e nel demerito, puntualmente prendiamo gol per errori nostri e per le tante occasioni che creiamo finalizziamo poco. Possiamo prendercela solo con noi stessi per non aver capitalizzato la grande mole di gioco. Siamo molto vulnerabili. Gli errori li paghiamo.Se torniamo a essere la squadra che siamo sempre stati non ce n’è per nessuno.”