Lega Pro: E’ duscussione tra AIC e Macalli

alt“I campionati di Lega Pro, Prima e Seconda Divisione, potrebbero non iniziare regolarmente” ad affermarlo è il vicepresidente dell’Aic, Umberto Calcagno, al termine dell’incontro con i rappresentanti delle squadre di Lega Pro, che si è svolto oggi a Milano. E prosegue “Perché distribuire somme per l’età media a discapito degli incentivi e disincentivi basati sulla classifica mina la regolarità dei campionati in quest’anno di  transizione’. Sulla stessa lunghezza d’onda il n.1 Aic Damiano Tommasi.  La replica di Mario Macalli Presidente Lega Pro non si fa attendere “Mi si può dire tutto tranne che io non mantengo la parola. L’Aic può fare tutti gli scioperi che vuole ma la deve smettere di offendere” e prosegue “Possono fare quello che vogliono, fare tutti gli scioperi che vogliono nella loro autonomia, ma non si permettano di dire che non abbiamo mantenuto la parola, non è mio costume” e conclude Macalli  ” alcuni anni fa l’Aic chiedeva per gli incentivi l’età media, quando invece noi chiedevamo il minutaggio. Sono loro semmai abituati a cambiare idea e a dire cose strane”