Libero Volley “Tabaccheria Al Battente” è tornata in campo nell´anticipo della 4° giornata della Coppa Marche al cospetto della Pellami Due C

A sole 24 ore dalla sconfitta contro Offida, la Libero Volley “Tabaccheria Al Battente” è tornata in campo nell´anticipo della 4° giornata della Coppa Marche al cospetto della Pellami Due C, anche questa militante nel campionato di serie C.

La partita è un pò la fotocopia di quella della serata precedente con le ragazze ascolane che non si lasciano intimorire dal blasone delle avversarie (capolista del girone a punteggio pieno) restando in partita per tutti e quattro i set, ribattendo colpo su colpo e lottando su ogni palla fino a mettere paura in più occasioni alle avversarie, a tratti devastanti in attacco. La sconfitta non cancella quanto di buono fatto vedere, infatti le ragazze vanno ammirate ed elogiate per la prestazione e la passione messa in campo dimostrando di essere un gruppo che sarà sicuramente in grado di togliersi qualche soddisfazione nel prosieguo della stagione. Nel primo set le ospiti vincono per 25-18, mentre si aggiudicano anche il secondo per 25-19. Il terzo set, invece, è della Libero, con il punteggio di 25-22, mentre la formazione ospite ottiene la vittoria al quarto set, vincendolo per 25-21. Adesso bisognerà chiudere la coppa nel migliore dei modi con un´altra prestazione gagliarda nel turno conclusivo che vedrà in programma per sabato 08/10/2016,ore 21.15 presso il Palaforlini, un infuocato derby contro la Maga Game.

1-3 (18-25, 19-25, 25-22, 21-25)

LIBERO VOLLEY: Celani B., Di Cristofaro E. (K), Fratoni G., Girolami A.,  Speca C, Speca G., Nalmodi S., Alesi A. (L1), Briani (L2). Allenatore Kruziokova J.                                                                                                                                PELLAMI DUE C: Aliberti G.(K), Bellabarba A., Colombo I, Della Rossa E., Fuglini A., Iacchelli M., Montagna F., Pallotti M., Santarelli M., Spreca C., Magi S., Garagliano A. (L1), Andreozzi M. (L2). Allenatore: Lorenzoni A..

Nella foto, il capitano Elisa Di Cristof