MARCHIO “COMUNE LIBERO DA RIFIUTI – WASTE FREE” – CONCESSIONE AI COMUNI DI FOLIGNANO

Spread the love

166f0d4197fcc9bccf35789cffc380ec
in Regione l’assessore all’Ambiente Angelo Sciapichetti ha presentato in conferenza stampa la concessione dell’uso del marchio di qualità ambientale “Comune Libero dai Rifiuti – Waste Free” ai Comuni di Folignano (Ap) e Polverigi (An). Il marchio, fra i pochissimi in Italia, è stato introdotto con la legge regionale 41/2013, nell’ambito delle iniziative per la prevenzione di produzione dei rifiuti. Un riconoscimento, quindi, che certifica l’impegno e i risultati ottenuti dai comuni nella riduzione dei rifiuti urbani.

 

 

I Comuni di Folignano e Polverigi, oggi concessionari del Marchio – ha dichiarato l’assessore Sciapichetti – sono senza dubbio un esempio da seguire in quanto oltre alle politiche di prevenzione della produzione dei rifiuti hanno soddisfatto i requisiti richiesti dal regolamento. Il riconoscimento all’impegno, oltre ovviamente a quello specifico delle amministrazioni comunali, va naturalmente esteso a tutti i cittadini di Folignano e Polverigi che senza dubbio hanno contribuito all’ottenimento di questo importante riconoscimento.

L’acquisizione del Marchio, rappresenta un importante traguardo per questi due Comuni, ma vuole essere anche uno stimolo per tutti gli altri Comuni marchigiani nel perseguire corrette politiche ambientali”.

Il marchio di qualità ambientale che la Regione concede ai comuni è un vero e proprio segno distintivo collettivo, la cui esclusività è garantita dal deposito presso la Camera di Commercio. Per la sua concessione ed uso deve essere rispettato un regolamento appositamente approvato dalla Giunta regionale, secondo il parere espresso dalla commissione consiliare competente dell’Assemblea legislativa.

Il dettagliato regolamento prevede, tra l’altro, che possano far richiesta del marchio (entro il 30 aprile di ogni anno) quei comuni che dimostrino di aver ridotto, nell’anno precedente la richiesta, di almeno il 30 per cento i rifiuti procapite, calcolato rispetto alla media regionale. Oltre a ciò, viene richiesta obbligatoriamente la realizzazione di campagna informativa e di sensibilizzazione alla cittadinanza e azioni di prevenzione della produzione dei rifiuti di cui almeno una obbligatoriamente rivolta alla prevenzione dei rifiuti organici.

Oltre che un favorevole impatto su qualità ambientale e della vita, attrattività turistica e riduzione delle problematiche inerenti lo smaltimento dei rifiuti, l’iniziativa regionale prevede contributi economici da destinare ai comuni beneficiari del marchio. Per il 2015 al Comune di Folignano è stato assegnato un contributo di 7500 euro e al Comune di Polverigi di 6500 euro.(f.b.)